Logo di Estatica
Discografia

Massimo volume

Stanze

Recensione
Pubblicato il 19/03/2016
Voto: 7.5/10

I Massimo Volume si formano nel 1991 a Bologna, nell'ambiente universitario. Il nucleo originario è composto da Emidio Clementi, Umberto Palazzo, Vittoria Burattini, Gabriele Ceci.
Il significato del nome ce lo spiega direttamente Emidio: "Era il 1991, al tempo provavamo in cantina con un'attrezzatura infame, avevamo solo due vecchi amplificatori, così per poter sentire il suono dicevamo in continuazione: Massimo volume, alza al massimo volume."

Nel 1992 registrano un demo con quattro pezzi e copertina completamente nera ed il lavoro non passa innosservato perché riceve già delle buone recensioni su alcune riviste da edicola.

Nel 1993, il gruppo perde Umberto Palazzo che forma il "Santo Niente" e viene sostituito da Egle Sommacal. Con la nuova formazione firmano per l'etichetta Underground Records e pubblicano il loro primo album, "Stanze"

Stanze è stato una bella ventata di aria fresca nel rock italiano, perché non c'era ancora una commistione sonora con tocchi noise alla Sonic Youth e con un "cantato" originale in italiano. Ricordo che anche il primo dei Marlene Kuntz, affine per l'utilizzo del noise, esce nello stesso anno.

I brani si possono considerare più "parlati" che cantati. Il fatto è dovuto ad un limite di Emidio, che all'epoca non sapeva cantare, ma è il classico esempio di un limite che contribuisce ad aggiungere un elemento di originalità.

L'impatto alla sua uscita fu forte ed efficace, ottime recensioni e riscontri live, i testi di Emidio Clementi svettano e mettono in risaltano le scosse elettriche generate dai quattro musicist bolognesii.
Dal punto di vista tecnico la formazione è abbastanza classica, con due chitarre e un basso, ma anche qua abbiamo un tocco di originalità dato dalla batterista donna, quella Vittoria Burattini che pesta con tanta energia e che spesso presta anche la sua voce.

Tra i brani da ricordare le iniziali "Stanze" e "Insetti", "Ronald, Tomas e Io", "Ororo" e "Alessandro". Il testo della finale "Cinque Strade" è tratto dall'omonimo brano di "Faust'O"

Per apprezzare l'energia che aveva all'epoca il gruppo, vi consiglio di cercare il raro bootleg video "Live Genova" oppure il "Video radio Black out" entrambi girati proprio nel 1994.

Massimo volume - Stanze

Massimo volume

Stanze

Cd, 1994, Underground Records
Durata totale: 39:15
Genere: Rock , Noise , Noise

Brani:

  • 1) Stanze
  • 2) Insetti
  • 3) Un sapore tutto qui
  • 4) sfogliando "l'amore è un cane che viene dall'inferno"
  • 5) Ronald, Tomas e io
  • 6) Vedute dallo spazio / Ororo
  • 7) Alessandro
  • 8) 15 di agosto
  • 9) Stanze vuote
  • 10) In nome di Dio
  • 11) Tarzan / Cinque strade

Formazione

Emidio Clementi: voce, basso
Vittoria Burattini: batteria, voce
Gabriele Ceci: chitarra
Egle Sommacal: chitarra