Logo di Estatica
Discografia

Etnia

Tracce di noi

Recensione
Pubblicato il 04/03/2009
Voto: 5.6/10

Il disco si apre con il brano "Ke gente" in cui vengono criticate un certo tipo di persone poco "tolleranti", che mettono davanti alcuni valori o nonvalori, piuttosto che altri. Nel fare questo però, perdono l'equilibrio e diventano retorici dalla parte opposta.
Strano come inizio, perchè il secondo brano, "Sono così" e i successivi, hanno una impronta letteraria diversa, più intimista.
"Liberi e prigionieri" è un po' diversa, leggermente più ritmata e con alcune soluzioni più "giocose".
"Napoletano atipico" torna lenta "col ritmo afro-caraibico nel cuore".c I successivi brani proseguono sullo stesso timbro, un pop molto soft, fin troppo lisciato ed uniforme, che a tratti può scadere nella noia.
I testi si lasciano un po' scivolare via, nel senso che non rimangono molto impressi.
Le musiche donano quiete e gli arrangiamenti sono curati, buona la qualità di registrazione e il libretto interno contiene tutti i testi.
Il disco poteva essere decisamente migliore, se solo avessero osato un po' di più...

Etnia - Tracce di noi

Etnia

Tracce di noi

Cd, 2008,

Brani:

  • 1) Ke gente
  • 2) Sono così
  • 3) In tasca una canzone
  • 4) Il sole di notte
  • 5) Liberi e prigionieri
  • 6) Napoletano atipico
    Special guest Antonio Onorato
  • 7) Per sempre negli occhi
  • 8) Tracce di noi
  • 9) Aspetto
  • 10) Sul finire
    Special guest Marco Zurzolo