Logo di Estatica
Discografia

Kristin Hersh

Wyatt at the coyote palace

Recensione
Pubblicato il 12/11/2016
Voto: 7.5/10

Kristin Hersh oltre a far parte del gruppo Throwing Muses, da tempo persegue anche una carriera solista assai interessante.
Il titolo dell'album "Wyatt at the coyote palace" ci fornisce degli indizi su come è nato questo lavoro. Si tratta infatti di una ispirazione alquanto particolare.
Kristin Hersh ha un figlio autistico di nome Wyatt, ed un giorno è entrato in un vecchio palazzo abbandonato, incuriosito dalla struttura. All'interno vi erano un gruppo di coyote e Wyatt iniziò a filmarli.
Questo luogo così particolare ha colpito molto l'immaginazione di Wyatt, che ha ispirato questo lavoro a cavallo tra musica e letteratura.
"Wyatt at the coyote palace" infatti è un bel libro brossurato di poesie e prosa, dove all'interno in due tasche posizionate in seconda e in penultima pagina, sono presenti due cd.

Musicalmente ci troviamo di fronte a brani alt-rock, figli del grunge, che ci donano sensazioni in bilico tra serenità ed energia, tra pace e graffiante ruvidezza, toccando anche i tasti della malinconia.
Anche i testi e la prosa del libro fanno da contraltare alle musiche narrando situazioni di pericolo sempre ad un passo dalla morte, ma raccontate con un particolare humour nero. Proprio per l'esistenza stessa di queste situazioni, si respira anche una forte gioia per la vita, per avere la possibilità di esserci.
Kristin Hersh suona strati su strati di chitarre, piega i timbri della sua voce e malgrado i contenuti dei testi, il risultato ha un nonsoché di spirituale e mistico.
Come non sottolineare poi la sua voce, così aspra, vera, sentita e matura, così duttile e perfettamente proiettata dentro le chitarre.
Nota di merito anche ad una produzione efficace, che è riuscita a dipingere perfettamente in musica e voce, quello che era impresso nelle liriche e nel progetto della Hersh.

Certo, questi due cd possono richiedere un po' di dedizione, ma si verrà ripagati con quello che probabilmente è il migliore album solista della Hersh pubblicato fino ad ora.

Kristin Hersh - Wyatt at the coyote palace
Kristin Hersh - Wyatt at the coyote palace

Kristin Hersh

Wyatt at the coyote palace

2Cd, 2016, Omnibus Press

Brani:

  • 1
    1) Bright
  • 2) Bubble net
  • 3) In stiches
  • 4) Secret codes
  • 5) Green screen
  • 6) Hemingway's tell
  • 7) Detox
  • 8) Wonderland
  • 9) Day three
  • 10) Diving bell
  • 11) Killing two birds
  • 12) Guadalupe
  • 2
    1) American copper
  • 2) August
  • 3) Some dumb runaway
  • 4) From the plane
  • 5) Sun blown
  • 6) Elysian fields
  • 7) Soma gone slapstick
  • 8) Cooties
  • 9) Christmas underground
  • 10) Between piety and desire
  • 11) Shaky blue can
  • 12) Shotgun

Informazioni tratte dal disco

Produced by Kristin Hersh & Steve Rizzo
Recorded and mastered by Steve Rizzo at Stable Sound Studio in Portsmouth, RI
Vocals & instruments by Kristin Hersh

Indice del libro:

  • bright
  • bubble net
  • in stitches
  • secret codes
  • green screen
  • hemingway's tell
  • detox
  • wonderland
  • day 3
  • diving bell
  • killing two birds
  • guadalupe
  • august
  • american copper
  • some dumb runaway
  • sun blown
  • from the plane
  • elysian fields
  • soma gone slapstick
  • cooties
  • christmas underground
  • between piety and desire
  • shaky blue can
  • shotgun
  • strange angels

Note

La confezione comprende un libro di 68 pagine, con due tasche interne contenenti 2 CD.