Logo di Estatica
Discografia

Assaulter

Crushed by Raging Mosh

Recensione
Pubblicato il 24/08/2011
Voto: 7/10

Gli Assaulter da Taranto sono una nuova e validissima band di puro thrash metal che contribuirà anch’essa a riportare il verbo delle borchie e delle catene in giro per il nostro stivale. Mai come in questi ultimi anni si è assistito ad un ritorno così prepotente del suddetto genere; nuove band nascono come funghi e molte di loro sono veramente capaci e completamente votate nel voler ricreare nuovamente quei mitici anni sotto forma di musica.

La band viene formata nel 2007 da Enzo (voce e basso) e Paolo (chitarra). Dopo alcuni cambi di line-up che portano all’abbandono del primo chitarrista Fulvio e l’entrata al suo posto del potente Luca, la formazione è finalmente al completo con l’entrata del batterista Rodolfo. L’attività live li porta a farsi conoscere, man mano che i pezzi cominciano a prendere forma per il loro debutto ufficiale: Crushed by Raging Mosh. L’inizio mette subito le idee in chiaro attraverso un’introduzione inizialmente su tempi medi che vede un’esplosione di rabbia al secondo minuto. Le influenze teutoniche del thrash metal sono palesemente riscontrabili, Tankard e Deathrow su tutti. I tempi ben si alternano tra i succitati medi ed alcune sezioni veramente taglienti a supportare una quantità di riffs impressionante.

Si prosegue con il furioso intro di batteria di una schizofrenica Hand Maniac, traccia dalla velocità sconvolgente arricchita da una ritornello in gang vocals con palesi influenze hardcore anni 80 (D.R.I., Suicidal Tendencies), mentre la successiva Flag of Destruction mostra anche chiare inflessioni black/thrash nella voce, senza contare la velocità sfrenata che la contraddistingue. Le fasi soliste della chitarra sono piene di wha-wha incontrollati a supportare questa marcia ossessiva in uptempo, perfettamente esemplificata anche con le successive Thrash Assault e The Flame of Pain. Il punto esclamativo al disco viene posto con Beer!!! e qui i riferimenti ai Tankard si sprecano (se non l’aveste ancora visto dalla copertina del disco)per una traccia che ancora una volta non la smette di viaggiare su binari impulsivi con un ritornello semplice e diretto.

Insomma, gli Assaulter ci sanno fare. Hanno rabbia ed energia da vendere, insieme ad una discreta tecnica e a tanta passione. Consiglierei loro solamente di porre una maggiore accuratezza nello strutturare i tempi medi e forse di giocarsela un po’ di più su questo lato perché quelli riscontrati su disco sono veramente buoni e sempre arrembanti. La registrazione per essere amatoriale è più che sufficiente per immortalare una band veramente convinta di quello che fa. Un grosso in bocca al lupo e a risentirci.

Assaulter - Crushed by Raging Mosh

Assaulter

Crushed by Raging Mosh

Mcd, 2011, Autoproduzione
Genere: Thrash metal

Brani:

  • 1) Crushed by Raging Mosh
  • 2) Hand Maniac
  • 3) Flag of Destruction
  • 4) Thrash Assault
  • 5) The Flame of Pain
  • 6) Beer!!!

Informazioni tratte dal disco

Line Up: Enzo (Voce e basso), Luca (Chitarra), Paolo (Chitarra), Rodolfo (Batteria)