Logo di Estatica
Discografia Intervista video

Alberto Camerini

Rita e Rudy

Recensione
Pubblicato il 25/09/2009
Voto: 7.9/10

Rita & Rudy è il disco dell'esplosione mediatica di Alberto Camerini, l'arlecchino che nei primi anni '80 si vedeva saltare in TV cantando "Rock'n'rolll robot", il brano che l'ha reso famoso e che apre questo disco.
Strano il percorso musicale di Alberto Camerini, che inizia come cantautore, poi prosegue con il pop/rock elettronico e poi ricompare a distanza di anni nei centri sociali suonando punk.
Uno dei meriti che possiamo dare a Camerini, oltre ad aver scritto parecchi pezzi pop divertenti ed orecchiabili, è quello di avere anticipato alcune tematiche elettroniche e l'uso massiccio dei computer nella vita quotidiana.
 
Il disco a distanza di anni rimane fresco ed attuale, divertente ed antidepressivo. Inoltre è impregniato da un ingenuo e fiabesco romanticismo adolescenziale, sentimento che nelle produzioni odierne spesso si è completamente perso.
Nel lavoro ricorrono molte volte riferimenti alla figura dell'arlecchino, tematica quella del carnevale e delle principali maschere, a cui Camerini è sempre stato particolarmente attratto.

Il disco si apre proprio con "Rock'n'rolll robot", brano epocale anticipatore di tematiche. Ricordiamo anche il look, a metà tra il punk e il cyber, spruzzato dai colori dell'arlecchino.

"Se il mondo ti confonde, non lo capisci più, se nulla ti soddisfa, ti annoi sempre più scienziati ed ingegneri hanno inventato già una generazione di bambole robot. C’è questo tipo strano, vedrai ti piacerà, lui suona la chitarra in una rock’n’roll band è come un Arlecchino ma non si rompe mai, attacchi la corrente, si accende e partirà. Oooh rock’n’roll robot, oooh rock’n’roll robot io ti amo, io ti cerco, io ti voglio, rock’n’roll robot. Ha dentro anche un computer e quante cose sa, un terminale video che t’informerà, lui lavora duro, tu libera sarai, di plastica e di acciaio che non si ferma mai. C’è questo tipo strano, vedrai ti piacerà, lui suona la chitarra in una rock’n’roll band ha un cuore di bambino che non si rompe mai, attacchi la corrente vedrai ti partirà. Oooh rock’n’roll robot, oooh rock’n’roll robot io ti amo, io ti cerco, io ti voglio, rock’n’roll robot. Johnny play guitar like the ringing bells, baby baby baby baby baby be good. Johnny play guitar like the ringing bells, baby baby baby baby baby baby baby baby. Oooh rock’n’roll robot, oooh rock’n’roll robot io ti amo, io ti voglio, io ti cerco, rock’n’roll robot."


"Bip bip rock" è un ottimo brano che esprime una gran tenerezza ("E come faccio a non sognare se vedo una tipa come te? E quando arrivi tu c'è un onda, la tua voce wow che bomba, sintonizzo il cuore su di te. rock, rock, rock Arlecchino pazzo come me. E se ti vedo vado in botta e poi non riesco a dirti che: bip bip rock [...] e come mai tu non ti sciogli? Il tuo computer no si ferma mai, vorrei saper dirti tutto, ma se ti vedo vado in palla e riesco solo a dirti che bip bip rock [...] Si, lo so, non sono bello, sono timido e imbranato, tu invece chissà come sei ma se dentro il mio cervello sono cotto, innamorato, vorrei essere il tuo DJ [...] E più ci penso e più ci provo, non lo so come farò ma come faccio a dirti tutto, che ti amo, che ti voglio, che ti cerco e non lo sai? ").


"Rock rap" è un breve tributo al rock'n'roll di Elvis Presley. In "Tiger beat", Rita è una bambina che sta crescendo. E' un brano minore nel quale troviamo accenni alle difficoltà nell'esprimere i sentimenti ("Billy sta da solo, è timido perciò") utilizzando alcuni dei generi amati da Alberto: il rock'n'roll e il rockabbilly.


"Astronauta" è una favola pop, mentre "Non devi piangere" cerca di rincuorare una ragazza che è appena stata lasciata. Due bei brani in puro stile Camerini.


"Johnny" è un brano in cui sono maggiormente presenti le chitarre comprensive di un interessante assolo, sintomo della combattuta influenza tra il pop e il rock.


Con "Morgana e il re" si torna al pop elettronico in chiave fiabesca. "Miele" è una ballata romantica in cui i ricordi di una delle prime volte diventano astrazione di un amore adolescenziale. Bella melodia in "Pennarello e melaverde" altra fiaba delicata ("Era sempre triste Melaverde, sempre fredda non rideva mai. Chi la farà sorridere l'amore suo avrà. Pennarello disse: "Proverò, coi miei colori forse scioglierò quella Biancaneve che c'è in lei e l'amore suo conquisterò". Se vuoi volare puoi, se vuoi andare vai, dai vieni prova con me ti aiuteremo noi, ci proveremo io e te").


"Il ristorante di Ricciolina" è un altro brano famoso, trasmesso molto in radio in quegli anni. "Io lavoro in un ristorante, lei lavora lì con me e mi sono innamorato, chissà se lei ci sta. Quante posate e piatti da lavare, in cucina il cuoco sbuffa già, Pantalone sta alla cassa, paga i conti e guarda la tv. Oh oh oh oh, che botta al cuore, Ricciolina cosa non farei per te.".

"Pupazzo" è un pop elettronico, un amore ingenuo e fanciullesco . "Se tu cerchi avventure, un amico speciale, una favola tutta per te io sono un pupazzo, un giocattolo nuovo, astronauta col mio amico robot (Pierrot). Ma un pupazzo ha un cuore, si spezza, si rompe, ascolta e non parla mai, se vuoi inventare una storia d’amore, voglio giocarla con te.
Si, l’amore vola lassù. Si, l’amore vola più su. Come un pupazzo insieme a te. Se mi vuoi puoi avermi vicino nei sogni, la notte vola con me"
.

"Rosabella" è una dolce poesia. "Oh, Rosabella, che hai fatto mai con la tua canzone? L’hai cantata al fiume, il fiume ad una stella, ora so dov’è. E quella stella l’ha data a un'oca, l’oca alla luna, la luna ad un poeta, il poeta alla regina, la regina a me. Chissà perché ora la canzone è toccata a me. Chissà perché il fiume te l’ha data, ora la da a me. Oh, Rosabella, che hai fatto mai? L’hai cantata al sole, il sole al suo gallo, il gallo ad un buffone, il buffone al re. Il re l’ha data al Carnevale, il Carnevale all’angelo, l’angelo a una rosa, la rosa ad Arlecchino, ora è qui con me. Chissà perché ora la canzone è toccata a me Chissà perché il fiume te l’ha data, ora la da a me Oh, Rosabella, che hai fatto mai con la tua canzone? L’hai cantata al fiume, il fiume ad una stella, ora è qui con me.".

"Quando è carnevale", chiude con un bel brano atipico e acustico.

Grandi dischi questo e il successivo "Rockmantico", che rimangono unici per la loro originalità e freschezza.

Alberto Camerini - Rita e Rudy

Alberto Camerini

Rita e Rudy

Cd, 1981, CBS

Brani:

  • 1) Rock 'n' roll robot
  • 2) Bip bip rock
  • 3) Rock rap
  • 4) Tiger beat
  • 5) Astronauta
  • 6) Non devi piangere
  • 7) Johnny
  • 8) Morgana e il re
  • 9) Miele
  • 10) Pennarello e Melaverde
  • 11) Il ristorante di Ricciolina
  • 12) Pupazzo
  • 13) Rosabella
  • 14) Quando è carnevale