Logo di Estatica

Le recensioni musicali più lette - 2015


1° posizione

Ianva

Memento X-C

Un'uscita speciale in occasione di una ricorrenza al quadrato: il centenario dell'entrata dell'Italia nella prima guerra mondiale, coincidente con il decennale della nascita del gruppo. Particolare e inattesa operazione che ripr...

2° posizione

Baustelle

Roma Live!

7
Questo è il primo album live della band toscana, esce nel 2015, a metà tra il precedente "Fantasma" del 2013

3° posizione

Heymoonshaker

Noir

7.9
Per comprendere fino in fondo il valore di questo disco bisogna subito fare chiarezza sul tipo di approccio stilistico del duo britannico: Andrew Balcon voce e chitarra, Dave Crowe al Beatbox umano e all’armonica....

4° posizione

Marco Sonaglia

Il Vizio di vivere

8
Dopo l’album di esordio ‘Il pittore è l’unico che sceglie i suoi colori’ del 2013, il cantautore marchigiano Marco Sonaglia sforna la sua seconda fatica discografica intitolata ‘Il vizio di vivere’. Perso...

5° posizione

Coucou Sélavy

Cara o Che?

Scratch My Back, sentenzia Peter Gabriel, mentre Dylan canta Sinatra, Robert Plant, in occasione della cerimonia di consegna dei Kennedy Center Honors, piange a telecamere accese, durante l'esecuzione di Starway to Heaven del...

6° posizione

Editors

In Dream

7.4
I ragazzotti di Stafford dopo l'ultimo passo falso del 2013 (The weight of your Love) tornano nel 2015 a fare quello che meglio li riesce fare: un album new-wave carico di arrangiamenti elettronici secondo uno schema consolidato in un recente...

7° posizione

Hiroshima mon amour

Australasia

6.5
Fa piacere riascoltare gli Hiroshima Mon Amour, dei quali conservo ancora la prima musicassetta "Anno zero" del 1996. Molti anni sono passati da allora e della formazione originale è rimasto solo Carlo Furii. Anche musicalmente so...

8° posizione

Tigran Hamasyan

Mockroot

8.5
Mockroot è un disco che non da respiro: lui è Tigran Hamasyan l’ex enfant prodige armeno di nascita e californiano di adozione che da piccolo sognava di diventare un membro di una band trash-metal. E si vede … Lu...

9° posizione

Bonetti

Camper

6.8
Camper è un disco molto semplice o meglio lineare, ma solo in apparenza. Bonetti cantautore torinese al debutto ci mette tutto se stesso per sembrare più leggero di quanto non sia, lasciando dietro di sè un alone di disincanta...

10° posizione

Benjamin Clementine

At Least for Now

8.3
“…io, Benjamin sono nato quindi quando sarò qualcuno un giorno, mi ricorderò sempre che vengo dal nulla…” Così recita un breve passo del brano Condolence una delle tracce estratte dall’album d’esordio At Least For Now. Lui, è Benjamin Clementine f...

11° posizione

Delirium

L'Era della Menzogna

7.2
I Delirium, band genovese (in cui suonò anche Ivano Fossati) nata sul finire degli anni sessanta, non hanno bisogno di presentazioni: alfieri del prog italiano e capaci di regalare pagine epiche nel corso degli an...

12° posizione

Malascena

indisposto

7.7
C’è poco da dire … Indisposto dei Malascena è un gran bel disco. E la recensione potrebbe anche finire qui non fosse altro che a fronte di commenti tanto arzigogolati da diventare dei veri e propri polpettoni ci sia anch...

13° posizione

Il teatro degli orrori

Il teatro degli orrori

7.5
Nell’era del sensazionalismo critico visivo, parlato, ma anche scritto, credevo esistesse comunque un limite alla critica preventiva. A quarant’anni dalla morte di Pier Paolo Pasolini vorrei ricordare come fosse la ricerca della verit&...

14° posizione

Tempi Duri

Canzoni Segrete

6.8
Era il 1982 quando dalle radio si ascoltava “Lo leggi e lo scrivi su tutti i muri: tempi duri”, il brano omonimo dei Tempi Duri. Avevano anche ampia visibilità, perché tra i componenti del gruppo c&rsq...

15° posizione

Antonio Francesco Quarta

Amores de Tierra

6.5
Per la prima volta in Italia qualcuno dedica un intero disco all'opera di Atahualpa Yupanqui, il poeta dei campesinos. Finalmente! Ci ha pensato la voce di Antonio Francesco Quarta accompagnato alla chitarra da D...

16° posizione

Licia Missori

Neverland

7.2
"Neverland", il quarto album della pianista e compositrice Licia Missori è un lavoro compatto, formalmente ed esteticamente bello, che eleva l'ascoltatore dalla sua quotidianità e lo porta in un ambiente etereo ed impal...

17° posizione

NonostanteClizia

La Stagione animale

7.4
Se potessimo interrogare il futuro, sono quasi certo di poter affermare che i NonostanteClizia (provenienza Acqui Terme) avrebbero modo di far parlare di se e della loro musica. Bastano poche tracce (le prime tre) per capire anche...

18° posizione

Weird

A Long Period Of Blindness

8
E' un piacere sapere che ancora esistono appassionati che si lanciano nel mondo, ormai standardizzato, del music business, con la mentalità dell'artigiano che vuole conquistare la sua fetta di mercato con la qualità di quello...

19° posizione

Noel Gallgher’s High Flying Birds

Chasing Yesterday

7.2
E’ innegabile che il mainstream della stampa musicale abbia influenzato da sempre una linea di gradimento su vari artisti spesso giustificata da propositi e criteri non proprio strettamente legati al valore intrinseco del prodotto. Da lì a cascata...

20° posizione

Daniele Cavallanti

Sounds of Hope

7
Daniele Cavallanti e Tiziano Tononi, protagonisti sensibili di un insieme di avventure musicali (ricordiamo soprattutto Nexus), in prima fila da moltissimi anni anche per straordinari tributi (su tutti quelli a Ornette Coleman e al compianto Don C...