Panasonic Lumix DMC-GX80 (seconda visione)

Pubblicato il 20/11/2019

Argomento: Fotografia

Eh già... quella scorsa (https://estatica.it/it/letture/articolo/panasonic-lumix-dmc-gx80) era solo la prima visione del prodotto. Infatti, come sperato, Panasonic ci ha prontamente inviato un obiettivo migliore: il G-Vario 14-140 che si trova in kit con la Lumix DMC-GX80 a partire da 750€ circa.

 

Togliamoci subito il problema di parlare circa i dati tecnici.

Fotocamera

https://www.panasonic.com/it/consumer/fotocamere-e-videocamere/fotocamere-lumix-g/dmc-gx80.html

Obiettivo

https://www.panasonic.com/it/consumer/fotocamere-e-videocamere/obiettivi/h-fsa14140.html

 

Nella scorsa recensione un lettore-amico mi ha fatto notare che non avevo menzionato il fatto che la fotocamera avesse un sensore Micro 4:3... essenzialmente avevo dato per scontato che aprendo il sito Panasonic, tutti comprendessero cosa causa un sensore di piccole dimensioni. Giustamente mi ha detto che è meglio non dare nulla per scontato, ed allora vi svelerò, senza giri di parole, che un sensore piccolo non è ottimale in condizioni di poca luce. Tuttavia è anche vero che, testando la macchina con un obiettivo buono, la situazione si fa estremamente meno drammatica e le uniche difficoltà si affrontano quando si vuole fare fotografia all'aperto ed al buio. Questo vuol dire che dall'alba al tramonto potete sfruttare ottimamente questa fotocamera ed una volta che avrete appreso a fare fotografia potrete passare, se vorrete e vi interesserà, a sensori più grossi e conseguentemente reflex o mirrorless più costose.

 

Lo so alcuni relegano le reflex al passato, assimilando le mirrorless a delle reflex senza pentaprisma (per chi è un novellino: il pentaprisma è essenzialmente la struttura di specchi che permette di far arrivare l'immagine ottica di ciò che vedete al mirino, nelle mirrorless il mirino è un micromonitor, perciò non necessita di specchi, ma di piste di segnale.) Tuttavia ritengo le reflex ancora lontane dalla loro morte.

 

Parlando invece di obiettivi; questo 14-140 ha vari pro e contro, già a livello tecnico.

Partiamo dai contro:

In primis andremo a lavorare con un obiettivo non specifico. Di fatto è un tuttofare che integra un grandangolo ed un tele. Questo rende complesso il creare un'ottica luminosa (in gergo con aperture inferiori a 3.5f).

Tuttavia, se state anche imparando a fare fotografia posso tranquillamente assicurarvi sia che la massima apertura è di raro utilizzo, sia che avere un'apertura massima di 3.5f non vi limiterà nel vostro percorso di apprendimento: lasciamo obiettivi migliori e più costosi a momenti di maggiore coscienza e conoscenza.

Dirò di più; probabilmente le limitazioni iniziali vi porteranno più avanti di chi vi dice: “Che schifo gli zoom”, “Sono bui” etc etc.

In secundis il secondo svantaggio è che da una posizione potrete fare molti tipi di fotografia. In realtà questo è uno svantaggio solo se siete pigri, perchè solo uno a cui non interessa fare fotografia non studia il luogo al fine della vista migliore.

 

Finiti i contro rimangono i pro:

Dapprima potete trasformare un contro in un vantaggio: sto parlando proprio del fatto di ottenere varie prospettive da un unico posto. Infatti con questo obiettivo potete tranquillamente scarpinare anche più del famoso fotografo arroccato sulle ottiche fisse, ma qualora foste obbligati a fotografare da un unico posto (concerti, balletti etc... anche quelli dei figli, nipoti, amici) ringrazierete di avere un tuttofare.

Il secondo pro è che questo obiettivo da kit vi permette di entrare completamente in contatto col mondo della fotografia.

 

Cerchiamo ora di descrivere questo pieno contatto.

In primis vi permette di usare la DMC-GX80 in modalità veramente manuale. Non solo per la scelta del diaframma e dei tempi, ma anche per l'uso della messa a fuoco. Sul G-Vario 14-140 è infatti presente l'anello di messa a fuoco e questo vi rende immediato e spontaneo l'uso della messa a fuoco manuale. Anzi se siete un po' orbi, come il sottoscritto, apprezzerete l'ingrandimento a mirino della messa a fuoco.

La piena manualità vi mette in mano una possibilità di scelta enorme e vi permette di discernere in modo fine i piani di messa a fuoco, e dare un significato personale, ma intellegibile alla vostra fotografia.

In secundis il pieno contatto avviene perché con questo obiettivo potete veramente fare di tutto. Potete infatti sfruttarlo per paesaggistica, ritratto, naturalistica e persino macro. In pratica tramite LUMIX DMC-GX80 + G-Vario 14-140 vi si spalanca un portone.

 

Ben si capisce come due caratteristiche simili facciano apparire, soprattutto a fotografi amatoriali di primo pelo, o di secondo pelo, ma senza una passione smisurata, i due difetti sovraesposti quale: “roba di poco conto”.

 

Tuttavia dei difetti reali e non di poco conto vanno pur sempre trovati.

In primis il G-Vario 14-140 sbilancia il peso della fotocamera completamente verso la punta dell'obiettivo. Per fortuna la funzione di stabilizzazione Power O.I.S. lima quasi del tutto questa scomodità e le foto non ne risentono. Tuttavia il peso maggiore è dato dal fatto che in questo obiettivo vengono usate delle lenti in vetro fotografico, tra cui 3 lenti asferiche e 2 in vetro ED. Ovviamente maggiore qualità: maggiore peso.

 

Il secondo difetto è di minore entità, ma purtroppo è presente e va detto. L'obiettivo, per quanto buono, non riesce a risolvere del tutto le difficoltà di uso della luce, in situazioni di buio completo non è possibile fare fotografia, se non paesaggistica tramite cavalletto. Tuttavia, va detto come la LUMIX DMC-GX80 sia decisamente migliorata rispetto al grandangolare con cui l'avevo recensita la prima volta: infatti, ho potuto usare ISO minori e il rumore è quasi del tutto scomparso.

 

LA DIFFERENZA DI PREZZO VALE?

Ovviamente avete già anticipato la risposta. É valido spendere 300€ in più rispetto al modello base?

Se volete fare fotografia la risposta è si: con 300€ in più avete un obiettivo solidamente valido. Potete fare praticamente tutti i tipi di fotografia esistenti ed avrete il dominio completo di ciò che state facendo.

Se fate video di certo un obiettivo migliore vi potrebbe servire, ma è proprio il condizionale che vi costringe a chiedervi che tipo di video fate. Se il vostro obiettivo è creare video paesaggistici e naturalistici è sicuramente valido... per fare streaming, un po' meno.

 

CONCLUSIONI

C'è poco da fare: col G-Vario 14-140 mi son divertito... e credo che si sia anche capito, dato che sul mio Facebook trovate ben due album di foto fatte con LUMIX DMC-GX80 + G-Vario 14-140.

Perciò il mio consiglio è questo: se volete divertirvi valutate un kit che a listini separati costerebbe praticamente 1200, ma che di fatto viene 850€, sempre di listino.

Vero che non sono bruscolette, ma vi assicuro che nemmeno gli entry level della concorrenza, se dotati di obiettivi capaci, lo sono.







E proviamola sta macro!!! Ok sto giro tutto liscio ed effettivamente un che di sperimentazione si può fare

Vero la luce era migliore della volta scorsa... ed era anche una luce diversa, ma comparandola alle foto della precedente recensione sembra che si tratti di un altro corpo macchina... ed invece no!



In queste ultime due il rumore c'è e si vede... ma ciò non impedisce di provarci e scattare un che di artistico.