Logo di Estatica
Discografia Monografia

Rossana Casale: monografia

Pubblicato il: 09/01/2016


Rossana Casale nasce a New York nel 1959 da mamma veneziana e papà americano. Dopo non molto tempo si trasferisce a Venezia, poi a Milano e dal 1996 a Roma.
La sua carriera musicale inizia molto presto, perché nel 1972 collabora come corista del gruppo di rock progressivo Albero Motore.
Nel 1974 entra al Conservatorio G. Verdi di Milano seguendo corsi di musica elettronica, percussioni e canto.
Negli anni a seguire collabora con moltissimi artisti italiani, tra i quali: Edoardo Bennato, Loredana Berté, Riccardo Cocciante, Alberto Fortis, Mia Martini, Ornella Vanoni, Roberto Vecchioni, Vasco Rossi, Zucchero.

Nel 1982 esce il primo singolo (a firma Rossana Casale e Alberto Fortis), ed è subito successo. Si tratta di un brano pop, molto passato alla radio, di quelli che ti rimangono appiccicati: "Aredina di dea, aredina di da e la musica dolce per sempre vivrà, aredina di dea e il sole verrà la tua veste era bianca e più bianca sarà".
L'incontro con Fortis fa nascere anche una relazione sentimentale che durerà 3 anni.

Nel 1983 recita nel film "Una gita scolastica" di Pupi Avati, partecipando tra l'altro anche alla colonna sonora (composta da Riz Ortolani) con i brani "L'incanto" e "A tu per tu".

Nel 1984 esce un mini-lp intitolato "Rossana Casale", prodotto dalla PFM (Premiata Forneria Marconi) che contiene, tra gli altri, il brano "Didin".

Nel 1986 arriva la partecipazione al Festival di Sanremo, direttamente nella categoria "Big", con il brano "Brividi", scritto da Maurizio Fabrizio. A dicembre, il brano "Nuova Vita" vince "Premiatissima 86", una competizione musicale condotta da Johnny Dorelli e trasmessa su Canale 5.
E' di quest'anno il primo disco a lunga dura, "La via dei misteri", scritto da Maurizio Fabrizio e G. Morra.

Nel 1987 partecipa al Festival di Sanremo con il brano "Destino". Dopo il Festival viene pubblicata la ristampa di "La via dei misteri" che contiene in più i due brani di Sanremo, "Brividi" e "Destino". Da sottolineare che ottiene anche un riconoscimento come "jazz singer" all'Umbria Jazz di Perugia.

Nel 1989 canta a Sanremo il brano "A che servono gli Dei", sempre scritto da Maurizio Fabrizio e G. Morra, come i brani del relativo album intitolato "Incoerente Jazz", dove il pop incontra il jazz.

Nel 1991 presenta a Sanremo il brano "Terra", contenuto nell'album "Lo stato naturale". Si tratta di un lavoro importante, perché prosegue una ulteteriore ricerca musicale che questa volta si sposta verso sonorità etniche. Nel disco sono presenti musicisti jazz e il gruppo etnico senegalese Toure Kounda. Interessante notare che da questo lavoro sono sempre più i brani firmati Rossana Casale.

Nel 1992 interpreta (con Bobby Solo) la colonna sonora del film di animazione "Eddy e la banda del sole luminoso", diretto da Don Bluth (famoso, tra le altre cose, per lo storico videogioco "Dragon's Lair").

Nel 1993 partecipa a Sanremo insieme a Grazia Di Michele con il brano "Gli amori diversi", dal quale scaturirà, sempre in duo,  il disco "Alba Argentina".

Nel 1994 esce il disco "Jazz in me", un lavoro che le apre le porta a vari festival jazz e a un tour con strumentisti jazz.

Nel 1995 recita nella commedia musicale "Un americano a Parigi" e canta Papa Giovanni Paolo II una inedita "Ave Maria" scritta da Vincenzo Zitello.

Nel 1996 pubblica l'album "Nella notte un volo", prodotto e scritto da Rossana Casale e Andrea Zuppini a cui fa seguito un tour di una conquantina di concerti in jazz club italiani.

Nel 1998 nasce il figlio Sebastiano, avuto con l'imprenditore Maurizio Fiorini.

Nel 1999 pubblica l'album "Jacques Brel in Me", che nel titolo ha un riferimento a "Jazz in me".
Nella stagione teatrale 1999/2000 interpreta Zucchero nel musical "A qualcuno piace caldo", insieme a Alessandro Gassmann e Gianmarco Tognazzi, per la regia di Saverio Marconi.

 

Continua prossimamente


Rossana Casale