Apple e l'audio

Pubblicato il 12/11/2016 - Última actualización: 13/12/2016

{1}Argomento|]1,Inf]Argomenti: Tecnologia

Dopo l'epoca in cui Apple era legata unicamente ai computer, successivamente il marchio è diventato famoso grazie al suo iPod, presentato nel lontano 2001. Sono passati gli anni, gli iPhone sono diventati un marchio per il mercato smartphone e il suo iPad ha rivoluzionato e rinnovato l'uso del computer.
Vediamo ora in questo fine 2016, com'è il rapporto tra Appke e l'audio.

iPod 6

Uno dei grandi cavalli di battaglia della Apple, l'iPod, oggi è quasi nascosto nel sito della casa con la mela. Inoltre viene aggiornato molto meno frequentemente di altri apparecchi come i tablet iPad, gli smartphone iPhone, ecc.
Anche nella pagina dedicata all'iPod touch, si parla di tutto fuorchè di suono e musica. Eh si, perché con l'iPod touch si può giocare ai videogiochi, fare foto con due fotocamere, video, utilizzare vari sensori, guardare film in full hd.
Il discorso musicale è posto dietro le quinte dal marketing.
Ci sono vari motivi per tutto ciò. Il primo è che il mercato dei cellulari ha fagocitato altri mercati quali lettori mp3, fotocamere, tablet.
Oggi per la maggior parte delle persone lo smartphone fa foto di qualità sufficiente da non renderle interessate all'acquisto di una compatta o di una reflex, fa ascoltare sufficientemente bene la musica per non farle sentire il bisogno di un DAP, ha una dimensione dello schermo sufficientemente grande per svolgere le normali attività di navigazione e di gioco che si facevano utilizzando tablet da 7" (ma non solo).
Naturale che se siete molto appassionati di musica è meglio comprarsi un DAP, se siete appassionati di fotografia è meglio comprarsi una reflex o una mirrorless, se dovete usare un vero computer vi comprate un notebook o un 2in1.
Ma per la maggior parte delle persone lo smartphone è sufficiente, ed ecco il motivo di questo posizionamento dell'iPod non più in primo piano come una volta.

iPod touch in ogni caso continua ad essere presente, è alla sua sesta generazione, ed è uscito nel 2015, con una capacità di memoria che va da 16GB a 128GB.
Può essere consigliato a chi utilizza già altri prodotti Apple.

Connettore Lightning

La nuova connessione Lightning esiste dall'iPhone 5 e a differenza del vecchio connettore a 30 pin che era misto digitale e analogico, questa una connessione completamente e unicamente digitale.
iPhone 5 e iPhone 6 hanno sia il connettore lightning che il jack cuffia, mentre iPhone 7 ha solo il lightning.
Per collegare ad iPhone 7 delle normali cuffie con jack audio è quindi necessario acquistare un adattatore che trasformi il lightning in uscita cuffia (lasciando una presa libera per un altro collegamento lightining)

Il connettore lightning però ha delle nubi oscure sul futuro. Vediamo le principali motivazioni di questa affermazione:

  1. Esiste un connettore concorrente, che è anche uno standard e si chiama USB 3 Type C.
  2. A differenza di lightning, USB 3 Type C ha anche l'uscita analogica per la cuffia
  3. Apple stessa, nei MacBook Pro del 2016 non ha inserito una connessione lightning, ma solo connessioni USB 3 Type C.

Questo significa che non è possibile collegare un iPhone 7 ad un MacBook Pro 2016 senza disporre di un adattatore.
Inoltre le cuffie per ascoltare musica su un iphone6 non si potranno collegare direttamente ad un MacBook Pro.
Insomma, nel 2016 c'è molta confusione nei connettori e nell'audio alla Apple, che sottolineano un periodo di transizione in cui i vari reparti di sviluppo dell'azienda non sono stati sincronizzati come avrebbero dovuto, giungendo a questa cosa paradossale di dispositivi della stessa casa, che non sono perfettamente compatibili tra di loro, cosa mai avvenuta in precedenza.

iPhone 7

Apple lo aveva preannunciato e nell'iPhone 7 è stato tolto il jack audio.
Non c'è un motivo tecnico a questa mancanza, spesso viene indicato il risparmio di spazio, ma il jack c'è sempre stato e oggi i cellulari sono sempre più grossi di quelli di qualche anno fa.
Inoltre internamente al cellulare sono presenti DAC e preamplificatore, perché iPhone 7 ha il vivavoce. Questi componenti però non si possono utilizzare esternamente perchè tale segnale analogico non ha più uno spinotto per uscire.

Per ascoltare la musica con iPhone 7 si hanno le seguenti possibilità:

  • utilizzare le cuffie EarPods di Apple con connettore lightning
  • utilizzare l'adattatore da lightning a jack
    in questo caso parte della qualità audio, sarà data dall'adattatore stesso che deve fare una conversione da digitale ad analogico, quindi deve avere un DAC ed un preamplificatore.
  • utilizzare una cuffia bluetooth
    Le cuffie bluetooth non utilizzano il cavo e si possono collegare a qualunque dispositivo compatibile con questo standard.
    Hanno due svantaggi:
    • il collegamento bluetooth utilizza una trasmissione compressa dei dati che fa calare la qualità dell'ascolto
    • le cuffie bluetooth utilizzano le pile, quindi avete un altro dispositivo per il quale dovete ricordarvi la ricarica

 

MacBook Pro 2016

I MacBook Pro del 2016 non hanno lightning, hanno il jack cuffia, ed hanno connessioni USB 3 type C.
Esiste quindi una forte discrepanza tra la stessa generazione di iPhone e MacBook Pro, sia per la connessione audio (lightning contro jack cuffia), che per i collegamenti digitali e di altre periferiche (lightning contro USB 3 type C).
Questo fatto crea disagio tra gli utenti Apple, perchè devono avere degli adattatori anche per collegare tra di loro dispositivi dello stesso marchio.
Un momento di transizione, oppure errori di comunicazione e/o finalità nelle diverse sezioni di sviluppo della Apple?
L'iPhone 8 continuerà ad avere il lightning oppure lo abbandonerà per passare a USB type C? Non possiamo saperlo ma la seconda ipotesi è assai probabile.

iPhone 7 e gli Air Pods
Ecco il MacBook Pro 2016 con solo prese USB TYPE C (nessuna lightning). E' presente il jack cuffia