Logo di Estatica

Red Canzian in concerto (7 maggio 2018, Teatro Nuovo Giovanni, Udine)

Pubblicato il 09/05/2018


7 maggio 2018…siamo al teatro Nuovo Giovanni di Udine e sono le 21.05….le luci si spengono e si fa silenzio in platea.
Si apre il sipario…scorrono  delle immagini in un megaschermo….orologi, Jack Nicholson…Marilyn Monroe….e si intravvedono i musicisti che hanno già iniziato a suonare….poi si accendono le luci e arriva lui…Red Canzian…..con un completo grigio ed il suo Fender….la gente applaude e lui sorride e introduce il concerto con la canzone “ Ognuno ha il suo racconto”
Il titolo del concerto porta il nome del suo ultimo disco:  “ Testimoni del tempo” ed è un vero e proprio viaggio nel tempo dove siamo accompagnati da Red Canzian in un viaggio nella nostra storia, nella storia della musica, nella storia dei Pooh e nella storia della carriera musicale di Red Canzian.
Sul palco con Red ad accompagnarlo in questo viaggio nel tempo c’é la figlia Chiara Canzian ( voce) e il figliastro  Philipp Mersa (batteria).
Il viaggio nel tempo inizia con canzoni che hanno fatto la storia della musica, si inizia  con la bellissima canzone del grande Elvis, “Love me tender”, Bob Dylan “Blowing in The wind”,  passando poi ai Beatles con “She love You”  dove Red suona  il basso “Hofner” come quello  suonato da Paul McCartney.
Si passa poi alla storia della nostra musica italiana: “Mi sono innamorato di te” di Luigi Tenco, “ Il cielo in una stanza” di Gino Paoli, canzon che ha cantato la figlia di Red, Chiara Canzian.
In questo viaggio nel tempo si parla anche di una canzone che i Pooh hanno presentato nel 66 ad un festival di Sanremo “ Brennero 66”...canzone scartata e censurata perché trattava argomenti troppo scottanti per quell’epoca, parlava di alcuni attentati del Brennero.  La canzone è stata poi rimessa in circolo con un titolo diverso “Le campane del silenzio” e Red ci ripropone questa canzone per accompagnarci a pensare e riflettere.
Dopo il tuffo nel passato ritorniamo nel presente con una canzone dal suo ultimo disco: “ Cosa abbiamo fatto mai”  , un'altra canzone che fa riflettere e fa pensare tantissimo.
Oltre le sue parole ci sono anche le immagini del video che ci aiutano a pensare a quello che stiamo facendo al nostro pianeta, come lo stiamo trattando…” Piangono le nuvole, non è pioggia ma sono lacrime…” dicono le parole della canzone!
Il concerto continua il suo viaggio nel tempo con alcune canzoni dei Pooh e  delle canzoni straniere  che sono state poi riproposte e cantate in italiano da cantanti e gruppi famosi qui in Italia…come ad esempio “ A whiter shade of pale” dei  Procol harum (cantata da Chiara Canzian) riproposta dai Dik dik con il titolo “Senza luce” (cantata da Red Canzian)
Poi Red ci porta a viaggiare nella sua storia musicale, gli inizi, quando era ancora un ragazzino e nella sua vita non esistevano i Pooh.  ma la musica esisteva eccome!
Il suo primo gruppo i   Prototipi, che poi diventarono i Capsicum…per poi arrivare al suo ingresso come bassista dei Pooh. come sostituto di Riccardo Fogli.
Nello schermo gigante scorrono le immagini di un Red bambino, poi un Red diciottenne  fino ad arrivare ai nostri tempi…
Dopo aver cantato e suonato per circa un ora e mezza, il sipario si richiude e le luci si riaccendono per una breve pausa e per dare la possibilità a Red di riprendere un pò di fiato e fare un cambio veloce di abito.
Il concerto riprende e lui torna indossando una giacca rossa e per un pò ora viaggiamo attraverso le canzoni dei Pooh, quelle canzoni che hanno fatto la storia dei Pooh, quelle che amiamo di più e che ci fanno battere il cuore: Se c’è un posto nel tuo cuore, “Uomini soli”, “Maria marea” , “Stai con me”…
Si torna poi nel presente con una canzone firmata da Ermal Meta "Da sempre"  .
E’ stato davvero bello fare questo viaggio nel tempo con Red Canzian che ci ha regalato sorrisi ed emozioni , è una persone vera, solare , lui sorride anche con gli occhi.
E’ stato bello vederlo interagire con i suoi bellissimi figli….Chiara ha lo stesso sorriso e la stessa luce negli occhi di suo padre, si sono abbracciati sul palco e hanno anche condiviso qualche ricordo della loro infanzia.
Il pubblico era un pubblico composto ma molto coinvolto ed emozionato dal concerto!
Un concerto di quasi tre ore...tre ore intense!

Teatro Nuovo Giovanni di Udine
Foto por Sabrina Macci
Red Canzian
Foto por Sabrina Macci
Red Canzian
Foto por Sabrina Macci
Red Canzian
Foto por Sabrina Macci
Red Canzian
Foto por Sabrina Macci
Red Canzian
Foto por Sabrina Macci
Red Canzian
Foto por Sabrina Macci
Red Canzian
Foto por Sabrina Macci
Red Canzian
Foto por Sabrina Macci
Red Canzianmacci
Foto por Sabrina Macci
Red Canzian
Foto por Sabrina Macci
Argomento: Musica