Logo di Estatica
Discography video

The National

Sleep Well Beast

Review
Posted on 24/11/2018
Vote: 8/10

L'ultimo album dei National Sleep Well Beasts ci consegna la band di Cincinnati intenta ancora una volta a ricostruire un tesissimo inno in bilico tra una dimensione romantica e una torpida e impermeabile disillusione. Un gioco di suggestioni acustiche tra progressioni di accordi taciturni e pause solitarie, nobilitate dalla voce baritonale di Matt Beninger (autore e cantante del gruppo americano).

L'agrodolce è la dimensione fondamentale dell'opera tra città dove non si dorme mai e atmosfere intime vagamente jazzy sorrette da una sorta di trance emotiva. Ed è così che i sobborghi dell'animo diventano l'humus necessario per sviluppare le melodie più ardite tra una poetica che ricorda Nick Cave e un'eleganza strumentale che trasuda di una spiccata vocazione introspettiva come se fossimo di fronte a dei notturni chopiniani. La vera grandezza di questa opera è la sua capacità di accelerazione laddove per larghi tratti si tende a girare sotto ritmo secondo i canoni di una ballata spenta, ma di classe.

Una colonna sonora urbana, ermetica che modula in maniera differente emozioni e passioni come in I'll Still Destroy You prima e Guilty Party dopo. Una cavalcata impetuosa che confluisce nella successiva traccia fatta di delicatezza infinita tra gorgheggi della voce e il riecheggiare sobrio e maestoso del piano. Un effetto che prelude ai successivi arrangiamenti dosati, sempre discreti e che accompagnano le proprie sensazioni verso il capolavoro Dark Side Of The Gym tra dolcezza infinita e poetica primordiale, tra sospiri corali e pianoforte. Una ballata piena di atmosfera che accompagna il viandante metropolitano alla ricerca di un rifugio e alla fine si ritrova nei toni destrutturati dell'ultimo brano tra arrangiamenti appena accennati e pulsazioni di stampo elettronico.

Un disco che davvero concilia con i nostri flussi di coscienza che con i suoi gesti lenti e ipnotici anche sottilmente sensuali ci accompagna verso la forma del teatro-canzone tra angeli neri e rappresentazioni decadenti, vagamente dadaiste e sorprendentemente noir.

Guilty Party (2017)
Dark Side of the Gym (2017)
The National - Sleep Well Beast

The National

Sleep Well Beast

Cd, 2017, 4AD
Genre: Indie, Cantautorale, Noir

Traks:

  • 1) Nobody Else Will Be There
  • 2) Day I Die
  • 3) Walk It Back
  • 4) The System Only Dreams In Total Darkness
  • 5) Born To Beg
  • 6) Turtleneck
  • 7) Empire Line
  • 8) I'll Still Destroy You
  • 9) Guilty Party
  • 10) Carin At The Liquor Store
  • 11) Dark Side Of The Gym
  • 12) Sleep Well Beast