Logo di Estatica

Le Pinne: Interview 25/05/2016

Posted on: 25/05/2016 . Last updated: 22/02/2017


Le Pinne con l'album "Avete vinto voi" del 2016, hanno confezionato un album pop fresco e sbarazzino, con melodie orecchiabili ma non banali. L'ironia presente nel loro secondo lavoro, non poteva che fuoriuscire anche dall'intervista...

Per iniziare volevo chiedervi se mi devo preoccupare che ascoltando il vostro album un po' di volte in treno per preparare questa intervista ,mi ritrovo a ricordare gran parte dei testi a memoria?

Si certo che devi, noi ce li dimentichiamo sempre. Vero che non siamo tutti uguali.

Le pinne è sicuramente un nome simpatico che vi descrive bene. Mi viene in mente il passo buffo di quando si cammina fuori dall'acqua con le pinne...
Voi perché l'avete scelto?

Era il nostro soprannome quando ci siamo conosciute, nato da un errore di scrittura del telefono. Quando abbiamo formato il gruppo è stato il primo nome che ci è venuto in mente

Cosa è cambiato tra l'album "Le cose gialle" e "Avete vinto voi"? Penso a differenze di composizione, di esperienze acquisite, di modalità nella registrazione dell'album.

E' cambiato sicuramente il sound. Il primo album era più folk, con "Avete vinto voi" abbiamo cercato un sound più elettronico che si abbina meglio ai temi degli disco e deriva anche dal cambiamento dei nostri ascolti. I testi hanno un'impronta più sociale, anche se pare non essersene accorto nessuno.

Nella composizione, testi e musiche vanno di pari passo o avete un diverso iter compositivo? Chi fa che cosa?

L'iter è: ognuna scrive le sue canzoni con il testo e un'armonia di base. Poi arrangiamo sia la parte musicale sia le voci insieme.

I vostri testi sono sempre a cavallo tra l'ironico e lo sbarazzino. Non è facile scrivere un qualcosa che vuole fare sorridere, anzi forse è uno degli esercizi più rischiosi. Come vi rendete conto se un testo può funzionare?

Noi scriviamo testi che parlano della nostra vita cercando di essere il più concrete e realiste possibile. Non vogliamo assolutamente fare ridere. Del resto la decisione di far deliberatamente ridere il prossimo non ha senso. Speriamo che nessun aspirante artista la prenda mai, sarebbe una stupidaggine.

Siete spiritose anche nella vita di tutti i giorni, oppure è un'attitudine che mettete nelle vostre canzoni?

Siamo incredibilmente spiritose. Nonché bellissime, brillanti e intelligenti. Una delle due ha anche poteri soprannaturali certificati.

Dal primo brano si evince che non vi interessa molto l'ecologia, ma che volete diventare famose: "voglio un jet privato, bianco, con il pilota accanto"! :-)

Falso. Il brano dice "non ho l'auto per inquinare, non ho l'auto a metano per inquinare di meno". Vedi che non sai i testi a memoria...
Comunque il pilota è Matteo, fratello di una delle due pinne che fa il pilota vero. Il pezzo è dedicato a lui, nella speranza che abbandoni la carriera e diventi il nostro pilota personale quando saremo due star.

Ecco vedi, ho scoperto un nuovo significato nascosto dei vostri testi!
Nell'album è presente un brano più malinconico "Frau Mescaline", che si stacca un po' rispetto al ritmo degli altri brani. Cosa ci potete dire a riguardo?

In Frau Mescaline abbiamo cercato di ricreare la dimensione sognante del testo attraverso l'armonia che si muove continuamente ma senza dare troppo nell'occhio proprio per mantenere quell'impressione  di vaghezza che danno le parole. In effetti non c'entra niente col resto del disco.

Il brano "Il prete" sicuramente "acchiappa" l'ascolto, anche se non mi è chiarissimo cosa volevate esprimere! E' meglio non fare i preti?

Parla di un fatto di cronaca. Don Aldo prete di Figline Valdarno in provincia di Firenze sarebbe inciampato durante la processione  bestemmiando nel megafono. E' seguita scomunica. Peccato fosse una notizia falsa, a quel punto però avevamo già scritto il pezzo .

Gli ultimi due brani si ricollegano alla copertina, che ritrae un gruppo di UFO.
In "Avete vinto voi" gli UFO fanno parte della società? Siamo noi?

Esatto gli ufo siete tutti voi, le non-pinne. Che avete ingiustamente vinto, impedendoci di esplicarci in quanto geni. Tutto chiaro, no?

Voi siete un duo e a pensarci al giorno d'oggi non è che ce ne siano molti, musicalmente parlando...
Spesso c'è più antagonismo tra femmine, piuttosto che tra maschi. Voi come riuscite a portare avanti questa collaborazione in modo... ehm civile??

Semplice, abbiamo gusti molto diversi in fatto di uomini. Pessimi in entrambi i casi.

Al momento sono usciti, se non sbaglio, due video dal vostro secondo album:  "Il genio" e "Tu mi piaci". Siete soddisfatte dei risultati? Ne usciranno altri?

E' uscito solo Tu Mi Piaci. Ci piace. faremo uscire "il genio". Avevamo anche scritto un soggetto per "Avete vinto voi" ma costerebbe troppo realizzarlo. Circa un milione di euro.

C'è qualcosa che proprio non vi piace nel mondo della musica attuale?

E' pieno di spocchiosi. Che noia...

Avete delle fonti ispirative che vi hanno portato a creare la vostra musica come la ascoltiamo oggi?

Joni Mitchell. Che ci perdoni.

Vi piace suonare in concerto? Siete riusciti a realizzare un po' di date per promuovere l'album?

Ci piace molto suonare in concerto! Sono le uniche occasioni per avere un contatto col pubblico e cercare di deriderlo senza che rida. Impossibile.
Stiamo promuovendo l'album con un po' di date.
La prossima sará 4 Giugno al Ligera a Milano


Le Pinne
Le Pinne
Le Pinne