Logo di Estatica

SENNHEISER CX6.00BT: LE WIRELESS COMPATTE

Pubblicato il 12/07/2018 - Last updated: 10/07/2018


La richiesta di auricolari in-ear è sempre molto forte. Sennheiser ci ha mandato tre auricolari in-ear bluethooth da provare.

PREMESSE

Chi mi conosce ha già letto due nomi che onestamente mi preoccupano: si tratta di in-ear e bluethooth. È infatti risaputo come non sia il paladino di questi dispositivi e che non dimentichi mai di sottolineare quanto chi vuole prestazioni di alta qualità debba a mio avviso orientarsi sulle cuffie, possibilmente con cavo.

Nonostante la mia forte presa di posizione mi accingo a scrivervi delle CX6.00BT

DESCRIZIONE

Le Sennhesier CX6.00Bt sono considerabili quasi come le sorelle minori delle CX7.00BT che abbiamo descritto in un precedente articolo.

La tecnologia Bluethooth è infatti identica, a quella delle CX7.00BT, con la sola differenza che alle CX6.00BT non è possibile collegare contemporaneamente due dispositivi. Ciò significa il poter usufruire della migliore tecnologia wireless by Sennheiser.

Immancabile il microfono, che rende la compatibilità con smartphone praticamente completa.

Ovviamente anche nel caso delle CX6.00BT dovremo usare l'App CapTune per riuscire ad ascoltare musica da smartphone o dispositivo che non supporta già di per sé la trasmissione audio tramite tale tecnolofia. La buona notizia è che per questa App non dovrete pagare nulla.

Il bundle con queste in-ear è ridotto all'osso: cavetto USB per la ricarica, 4 coppie di tappini di silicone in differenti misure, ma sicuramente il lato interessante è che l'imballaggio per il trasporto è anche un ottimo contenitore per riporre gli auricolari in borsa. Inoltre è dotato di un buon design e non vi dovrete preoccupare poi molto dal punto di vista estetico. Sennheiser ovviamente non pensa solo a questo, infatti questa scatola per il trasporto è anche assai resistente.

A differenza delle CX7.00BT le CX6.00BT non hanno un archetto, ma un laccio regolabile.

ASCOLTO

La tecnologia Bluethooth di Sennheiser è certamente di prima categoria: questo è già un punto a favore delle CX6.00BT.

La sonorità inoltre corrisponde maggiormente a ciò che preferisco: non ho, infatti, dovuto armeggiare con l'equalizzazione. I bassi non sono eccessivi e la gamma media è correttamente avanzata. Questo dona un poco di dettaglio in più.

La comodità rispetto alle sorelle maggiori tuttavia è a mio avviso minore. L'assenza dell'archetto permette di posizionale il laccio posteriormente o anteriormente. La posizione posteriore è certamente la più comoda per poter togliere almeno un auricolare... tolti entrambi infatti è meglio tenerle in mano... non che scivolino via, ma la sensazione era quella. Purtroppo se avete i capelli lunghi tale posizione lotterà arduamente contro il vostro stile... ovviamente contrario ad ogni taglio ho adottato un posizionamento anteriore, che vedesse il nodo del laccio sotto il mento. In questa posizione la comodità interna è ottima, ma non sono riuscito a convincermi della comodità d'uso quanto per le CX7.00BT.

CONCLUSIONI

L'assenza di alcune caratteristiche permette di proporre le CX6.00BT a 99€.

Il prezzo è allettante, ma se avete, come il sottoscritto, i capelli lunghi sappiate che spendere quella ventina di euro in più potrebbe essere la soluzione ad ogni litigio tra auricolari e capelli.

La differenza tra i due modelli infatti non è abissale e si gioca sul lato ergonomico.

Lato sound non si può preferire a livello tecnico l'una o l'altra: semplicemente hanno due interpretazioni leggermente differenti, ma che con facilità possono essere personalizzate grazie all'equalizzatore dell'App CapTune.

Photography by Marco Maria Maurilio Bicelli
Photography by Marco Maria Maurilio Bicelli
Topic: Riproduzione audio hi-fi