Logo di Estatica
Discografia video

Eugenio Finardi

Suono

Recensione
Pubblicato il 05/04/2016
Voto: 7/10

"Suono" è una testimonianza importante per il cantautore italo americano, a metà tra rappresentazione teatrale e concerto.
La grafica del titolo suggerisce i contenuti della parte teatrale. Infatti la colorazione con cui è scritta la parola "Suono" invita anche alla lettura come "Sono", in quanto Finardi parla proprio di sè, aprendosi al pubblico per raccontare aneddoti, storie, ricordi e visioni, intervallati dalle sue canzoni.

Lo spettacolo inizia con la voce della madre di Finardi che canta l'opera lirica e in varie riprese ci racconta della sua nascita, della sua infanzia, del suo primo amore Katia, mai dichiarato se non nell'omonima canzone. Poi si addentra nel significato della musica, ragionando su cosa trasforma la matematica delle note in emozioni: "Io credo che sia proprio l'assoluto, la tensione fra questi due opposti, fra l'assoluto della musica e l'assolutamente soggettivo, l'assolutamente relativo della parola, che crea la magia delle canzoni".
Tocca molti altri temi, ci parla del blues, dell'America e del suo peccato originale, dell'islamismo, dell'utopia del '68, della sua separazione e del trauma ad esso collegato, della voglia di capire meglio le donne e del futuro. Quest'ultimo, pur con mille preoccupazioni per i pericoli reali che incombono sulla nostra civiltà, è visto con ottimismo.
 
La resa dei brani è molto buona, la band è rodata, è la stessa con qui andrà in tour e registrerà anche il successivo doppio live "Un uomo Tour 2009". Le interpretazioni, soprattutto lato musicale, sono abbastanza differenti dalle originali, ed il tutto è sicuramente apprezzabile.

La scelta stessa dei brani è ineccepibile, ed interessante sapendo che è stata molto personale.

 
Il cd allegato contiene una parte dei brani presenti sul dvd (tutti non ci sarebbero stati).
Dopo aver appurato l'ottima realizzazione artistica, vorrei spendere alcune parole sul lato tecnico. Fare uscire un lavoro del genere solo su dvd (che ricordo ha una risoluzione pensata per le tv a tubo catodico), nell'era delle tv full hd è veramente insensato. La differenza di risoluzione è evidente per chiunque, anche su un televisore normale. Se a questo aggiungete l'audio compresso del dvd, capirete il rammarico di non aver potuto apprezzare una produzione del genere in blu-ray.

Come se non bastasse, questo dvd manca totalmente di sottotitoli, quando almeno i sottotitoli in italiano, per apprezzare i testi dei brani e in inglese, per dare una parvenza di internazionalità alla realizzazione, sarebbero stati il minimo sindacale...

Eugenio Finardi - Suono

Eugenio Finardi

Suono

Cd+Dvd, 2008, Ermitage Genere: Cantautorale , Canzone d'autore

Brani:

  • 1
    1) Nato in uno Strumento
  • 2) Voglio
  • 3) Musica e Parole
  • 4) Le Ragazze di Osaka
  • 5) Patrizia
  • 6) Tre lingue
  • 7) Dolce Italia
  • 8) Africa
  • 9) Un Uomo
  • 10) La Lingua delle Donne
  • 11) Laura degli Specchi
  • 12) Destino
  • 13) Katia
  • 14) Diesel
  • 15) Vil Coyote
  • 16) Il Blues
  • 17) Holyland
  • 18) America
  • 19) Giai Phong
  • 20) 1979
  • 21) Mezzaluna
  • 22) Il Sessantotto
  • 23) Musica Ribelle
  • 24) La Radio
  • 25) Il Futuro
  • 26) Amore Diverso
  • 27) Extraterrestre
  • 28) Favola
  • 2
    1) Voglio
  • 2) Le Ragazze di Osaka
  • 3) Patrizia
  • 4) Dolce Italia
  • 5) Un Uomo
  • 6) Laura Degli Specchi
  • 7) Katia
  • 8) Diesel
  • 9) Diesel
  • 10) Holyland
  • 11) Giai Phong
  • 12) Mezzaluna
  • 13) Amore Diverso
  • 14) Extraterrestre

Informazioni tratte dal disco

Appunti teatrali e contrappunti di Eugenio Finardi, con la collaborazione di Enrico Rava.

Max Carletti: chitarre
Paolo Gambino: pianoforte
Federico Ariano: percussioni
Stefano Profeta: contrabbasso

Paolo Giorgio: regia
Guido Buganzaz: scene
Mario Loprevite: luci
Giuseppe Romano & Masbebo: video proiezioni
Vincenzo Formicone: direttore di scena
Studio Convertino: artwork

Prodotto da Gianluigi Salvioni