Logo di Estatica

Recensione TEAC HA-P90SD

Pubblicato il 02/01/2016 - Ultimo aggiornamento: 13/12/2016


TEAC HA-P90SD ovvero il top di gamma per l’audio portatile TEAC, un prodotto da circa 600 euro che va a ridefinire il significato di audio in mobilità.

PREMESSA

Sempre più il mercato sta chiedendo audio in mobilità, ma non audio di qualsiasi tipo: un audio di qualità.

RINGRAZIAMENTI

Come sempre più ringraziamenti all’inizio della recensione:

il primo a voi lettori, il secondo ai ragazzi di EXHIBO che sono i distributori per TEAC in Italia, che grazie alla loro professionalità e gentilezza mi hanno permesso di scrivere questa recensione. Ultimo ma non meno importante un saluto e ringraziamento a Gregorio Zito dalle cui mani passano tutti i prodotti TEAC destinati al Bel Paese.

UNBOXING

PACKAGING

Il packaging fa notare che il prodotto è destinato ad una categoria di appassionati differenti: infatti, la scatola è ben illustrata e descrive il prodotto, che è ben protetto all’interno di un’ulteriore scatola con imballo in poliuretano espanso.

BUNDLE

Il bundle è composto da:

un cavetto jack to rca coassiale;

un cavetto USB;

il manuale e la garanzia.

MATERIALI

TEAC da sempre valore ai materiali, anche il lettore portatile è in alluminio spazzolato con parti in acciaio. Il peso è superiore agli altri lettori, ma questo è per via di una batteria più grossa ed efficace.

DRIVER & TEAC HR-AudioPlayer

Il TEAC viene visto dal computer come un’uscita digitale qualora fosse connesso tramite USB. I driver non hanno dato alcun problema con qualsiasi computer e tutti i formati di lettura erano fruibili.

Il Player fornito gratuitamente da TEAC ai possessori di tale dispositivo è scaricabile a questo indirizzo http://www.teac-audio.eu/en/products/ha-p90sd-121316.html. Player di ottima qualità e facile usabilità, basta inserire in configurazione quale dispositivo TEAC state usando caricare i file dal vostro Hard Disk o dal vostro lettore CD, sedersi comodamente ed abbandonarsi all’ascolto. Veloce nei caricamenti e nel passare da una traccia all’altra.

Tuttavia va detto che l’uso specifico dell’HA-P90SD non è quello casalingo quindi i driver si useranno più per caricare i propri file musicali sulla SD.

DESCRIZIONE

In primis come sempre eccovi il link al produttore: http://www.teac-audio.eu/en/products/ha-p90sd-121316.html .

TEAC ha usato gli anni di esperienza in progettazione in elettroniche per creare questo piccolo prodotto, che per lo meno dalla descrizione promette tanto (e poi come potrete leggere: non si tratta di promesse elettrorali).

L’HA-P90SD legge sia PCM 24bit/192kHz sia di DSD 2.8MHz/5.6MHz.

Non si pone solo come lettore con supporto ad una scheda micro SD fino 128GB, ma si propone anche come DAC con un ingresso che può essere impostato come ingresso analogico o digitale (impostabile su coassiale o ottico).

La batteria agli ioni di litio è più grossa e pesante degli altri prodotti di pari fascia sul mercato (anche di fascia maggiore a dire il vero), perché oltre a rifornire di energia il TEAC può rifornire do energia anche l’eventuale telefono agganciato in USB, onestamente se vogliamo fare i tecnici questo motivo è il più banale … ma vi spiegherò perché quando parlerò della sezione di amplificazione.

Aprendolo si nota come il DAC usato sia il PCM1795 di Texas Instrument in configurazione stereo ovviamente perché altrimenti si richiederebbe il doppio dello spazio per un vero dual mono.

Il controllo del volume è completamente digitale controllato dall’NJW1195.

La sezione di amplificazione è particolarmente ben curata rispetto a tutti gli altri competitors: TEAC ha creato un vero amplificatore per cuffie (vedremo poi dati che su tutti gli altri competitors non si vedono). Basata sugli operazionali OPA1602 in configurazione pusch-pull e di qui il bisogno di avere una batteria migliore e più performante.

Inoltre sono presenti due oscillatori per le frequenze di 44.1kHz e 48kHz e loro multipli.

Il processore che fa girare tutto è un Analog Device Blackfin BF606 che permette di consumare poca energia, ed al contempo di fornire ai calcoli la potenza di calcolo necessaria.

Passando al software non è la punta di diamante del lettore, è lento ad avviarsi e necessita sempre si rileggere la microSD ad ogni avvio, si necessita così di un minuto per avere il lettore completamente operativo. È inizialmente più complesso da usare rispetto agli altri competitors, ma una volta compreso il funzionamento è facile da impostare.

TEST

I test hanno subito mostrato un lettore ed amplificatore portatile che non era al livello dei competitors … è decisamente migliore e forse il migliore sul mercato.

Partiamo dalle rilevazioni elettriche che permetteranno di comprendere come ci si trova davanti ad un vero amplificatore per cuffie.

La corrente continua residua è pari a 16μW e l’amplificatore fornisce fino a 6V (essenzialmente cuffie da 250 o 600Ohm non top di gamma) e 160mA. Essenzialmente dati che anche amplificatori portatili fanno fatica a mantenere e che nessun lettore portatile mostra. L’impedenza si attesta attorno ai 0.7Ohm il che lo rende un perfetto compagno per qualsiasi impedenza mostrata dalla cuffia. Questi i Dati in High gain: in Low gain si ottiene la stessa corrente, ma un minor voltaggio che si attesta a circa 4.5V, il che è ben gradito dalla maggior parte di cuffie a bassa impedenza di buona qualità.

I Grafici si rivelano interessanti con una linearità di risposta notevole, +-0.2db agli estremi, e una fase che appare anch’essa abbastanza lineare, e un THD che sebbene non stupisca in modo eccessivo mantiene le promesse dello 0.004% anche se non ad 1kHz.

USO IN GAME

Non è detto che l’audiofilo non sia anche un videogiocatore, il TEAC HA-P90SD è un prodotto che si rivela completo per chi a casa volesse video giocare. Con la sua capacità completa di pilotare bene le cuffie e di fare da DAC permette di video giocare ad altissima qualità e con grande divertimento. I calcoli posizionali li si può aggiungere con un qualsiasi software per il virtual surround in cuffia, poiché ricordo che questi sono fatti dalla CPU. Non vi è una banda acustica dominante e il game è sempre con suoni naturali e ben distinguibili nel carattere e tipoologia.

USO CON I DIFFUSORI

In poche parole l’uso coi diffusori è sconsigliato, ma solo per via della ristrettezza del palco, se si dovesse obbligatoriamente scegliere invece un DAC che abbbia funzionalità nel mobile e che sia occasionalmente usabile in casa ovviamente il TEAC HA-P90SD mette in mostra le sue indubbie qualità.

In primis ciò che colpisce è il dettaglio e la capacità di battere DAC di pari dimensioni da questo punto di vista, oltre che battere tutti i DAP presenti sul mercato sotto il profilo del dettaglio.

Non vi è una banda acustica dominante i bassi sono presenti e ben sotto controllo dinamici e ben riprodotti; i medi sono dettagliati e naturali, anche gli alti sono precisi e reali.

L’unico difetto è che la riproduzione del palco non è particolarmente estesa ed è schiacciata verso il centro, da notare non è schiacciata al solo canale centrale virtuale avrete solo a disposizione i due terzi delle spazio presente tra i diffusori.

USO CON LE CUFFIE

Decisamente più divertente ed appagante è l’uso in cuffia: il palco è correttamente riprodotto all’interno della propria testa come se la calotta cranica fosse le pareti della stanza, non si ha un effetto di fuoriuscita del suono al di fuori della cuffia, ma ogni strumento è sempre ben collocato all’interno della propria testa con un palco sempre perfettamente riprodotto (essenzialmente lo svantaggio coi diffusori si rivela essere fondamentale con l’ascolto in cuffia). Non avendo problemi a far suonare quasi tutte le cuffie rivela un suono trasparente, naturale e neutro che permette alle cuffie di esprimersi nei propri pregi e difetti, senza acuirli. Veloce e dinamico in ogni frazione della banda audio dona una riproduzione sempre fedele e naturale. 

VIDEORECENSIONE

CONCLUSIONI

Davanti a tali test ed ascolti non si può far altro che confermare la bontà di questo DAP, che non solo si propone sul mercato come uno dei migliori DAP sul mercato, ma come il migliore DAP sul mercato. Seriamente ingegnerizzato interpreta seriamente il significato di musica in mobilità fornendo il prodotto più completo ad oggi presente sul mercato. Una rivoluzione firmata TEAC che non può essere negata o lasciata stare: TEAC ridefinisce completamente la qualità nel mondo dell’ascolto in mobilità.

Fotografia di Marco Maria Maurilio Bicelli
Fotografia di Marco Maria Maurilio Bicelli
Fotografia di Marco Maria Maurilio Bicelli
Fotografia di Marco Maria Maurilio Bicelli
Risposta in frequenza ed in fase
Fotografia di Marco Maria Maurilio Bicelli
grafico del THD
Fotografia di Marco Maria Maurilio Bicelli
Argomento: Riproduzione audio hi-fi