Logo di Estatica

Recensione Monitor Audio Silver 100

Pubblicato il 06/01/2018


Monitor Audio Silver 100

 

Premessa

Dopo aver ascoltato il modello di punta della serie Bronze ero alquanto curioso di sentire le sorelle maggiori in azione vista l’ottima impressione che le precedenti mi avevano lasciato. Da un lato abbiamo le Bronze 2 (375€ al pubblico) e dall’altro le Silver 100 (795€ al pubblico), nel mezzo giace un grande dubbio che approfondiremo nel corso di questa recensione.

Ringraziamenti

Come al solito un grazie va a MPI Electronic di Alessandro Faccendini e allo staff per aver permesso questa recensione.

Bundle

Il bundle, per il prezzo a cui sono proposti questi due bookshelf poteva essere più completo in quanto nella scatola troviamo solo manuali, griglie e tamponi in spugna per il reflex. Essendo già su una fascia più alta rispetto agli entry level mi sarei aspettato almeno delle punte o piedini di disaccoppiamento.

Descrizione

Ciò che abbiamo davanti è un diffusore da scaffale che comincia ad avere dimensioni un minimo importanti e che richiede il giusto spazio e il giusto posizionamento. A farla da padrone è infatti il woofer C-CAM da 8” studiato per una magiore rigidità e precisione, sopra il quale è posizionato il tweeter da 25mm coperto da una griglia di alluminio ben rifinita e che regala al diffusore un design più “premium”. In generale il tutto è rifinito ottimamente, a partire dagli spigoli smussati del cabinet, ai profili dei trasduttori fino al posteriore dove troviamo il condotto reflex, quattro morsetti (predisposizione per bi-wiring e bi-ampling) e due brugole per smontare i coni. Il peso si aggira sugli 8kg a pezzo, neanche troppo considerate le dimensioni. Rispetto alle Bronze il grande incremento estetico e funzionale è dato dal woofer in quanto il resto è prettamente simile alle sorelle minori.

Suono

La playlist questa volta è composta da:

  • -AA.VV. – Jazz Magazine Vol.20, un CD della mia raccolta ottimo per contenuti e qualità degli stessi;
  • -Jethro Tull – Aqualung, vinile rimasterizzato da Steven Wilson;
  • -Tool – 10000 days, registrazione impeccabile e gruppo fenomenale;
  • -Anathema – A natural disaster, rigenerativo, sperimentale, magico;
  • -Pink Floyd – The final cut, sempre un bel capolavoro, vinile 180gr;
  • -Handel – Concerti per organo e orchestra;
  • -Mozart – Cocnerti per violino e orchestra (n°4 in RE maggiore k.218 e n°5 in LA maggiore k.219);
  • -Porcupine Tree – In Absentia, ottimo CD di un ottimo gruppo;
  • -Dream Theater – A change of season, periodo della band non apprezzato da molti fans;
  • -Miles Davis – Kind of blue, un’icona del jazz su vinile 180gr;

 

Insomma abbastanza varia, come al solito, soprattutto ricca perché veramente curioso di un confronto in casa tra modelli di due fasce diverse. L’intento era quello di scoprire quanto davvero influivano quei 400€ di differenza, mettendo davvero alla prova questi bookshelf che si pongono al vertice della fascia media dell’azienda. Ciò che subito salta all’orecchio è che la necessità primaria è quella di avere una bella distanza tra i due, che non soffrono tanto lo stare vicini a pareti e simili ma che rendono il palco strettino e impreciso se non collocati in modo opportuno. Una volta posizionati adeguatamente il palco rimane più stretto di altri competitors ma nulla di spaventoso, il tutto è comunque riprodotto correttamente e risultano due casse ariose grazie all’ottimo tweeter che non si spaventa davanti all’imponenza del sottostante mid-woofer e che riesce ad essere caldo pur rimanendo squillante e reattivo. Voci, piatti, assoli, archi e ottoni sono il vero punto forte di questi diffusori grazie ad esso. La sezione delle medie e delle basse è altrettanto ben definita ed estesa. I diffusori partono a suonare in modo uniforme dai 37hz circa e la pressione sonora rimane abbastanza costante lungo tutto lo spettro senza picchi esagerati. Ogni strumento è generalmente riprodotto in modo corretto e veritiero con la giusta presenza, un timbro corretto ed un posizionamento sempre preciso. Sia in alto che in basso questi diffusori riescono a stupire per quanto rimangano lineari e puliti in quanto si arriva a dei punti in cui si pensa di poterli portare al limite ma essi riescono comunque a sfondare e superare l’aspettativa. Visti così sembrano quindi oro ad un prezzo ragionevole, e sicuramente è innegabile che suonino molto bene e che possano essere definiti completi.

Conclusioni

C’è però un ma, a mio parere, che mi ha lasciato il grande dubbio in mezzo a quei 400€ danzanti tra le sorelle e queste Silver. Ciò che mi perplime è comunque la differenza di qualità neanche troppo distante dalle Bronze che dovrebbe essere giustificata da quei 400€. Come detto, non si può dire nulla di negativo per queste Silver (questione del palco a parte) e suonano in maniera conforme alla loro fascia di prezzo, ma questo implica che allora siano le sorelle minori a risultare una spanna avanti rispetto alle concorrenti per completezza. Probabilmente a causa di questa non marcata differenza non mi hanno stupito seppur indubbiamente apprezzate le Silver 100.

4 parole con Marco Bicelli

Ogni tanto è bello trovarsi tra diversi recensori, e scambiarsi opinioni su uno stesso prodotto; questa è stata una di quelle volte.

Quello che posso dire è che certamente sono ottime per il prezzo e che le mie impressioni sono pari a quelle di Samuele, lui ha ascoltato di recente le Bronze nel suo impianto, cosa che invece io non ho potuto fare. Il palco è corretto, e sicuramente ci sono dei miglioramenti rispetto alle vecchie Silver che ascoltai qualche tempo fa http://www.estatica.it/it/letture/articolo/monitor-audio-silver-6-piccole-torri-ben-posizionabili

Il suono è più materico anche se bisogna dire che rimane  un po' di quella che allora definii "gamma media esile".

Assieme tuttavia abbiamo testato questi diffusori e si può dire che siano caratterizzati da un THD adeguatamente basso, una risposta all'impulso abbastanza veloce ed una risposta infrequenza estesa e lineare.

 

Fotografia di Samuele Frontini
Monitor Audio Silver 100 fronte
Fotografia di Samuele Frontini
Gold Dome C-Cam tweeter
Fotografia di Samuele Frontini
Monitor Audio Silver 100 rear
Fotografia di Samuele Frontini
Morsetti
Fotografia di Samuele Frontini
Fotografia di Marco Maria Maurilio Bicelli
Argomento: Riproduzione audio hi-fi