Logo di Estatica

Recensione FiiO X5 2nd Gen

Pubblicato il 17/02/2016 - Ultimo aggiornamento: 19/08/2016

Traduzioni:


Salve a tutti, vi ringrazio per la lettura dell’articolo come prima cosa. Ho partecipato al Playstereo: Fiio Italian tour ricevendo il Fiio x5 2nd generation in prova e ringrazio Silvia Gallitto, il mio contatto per necessità o domande, che è stata sempre repentina nel rispondere alle mail.

Vi linko qui il sito del produttore

http://fiio.net/en/products/41

Packaging

La scatola è priva di una qualunque scritta che lasci intendere che il dispositivo sia di 2nd generation, possiamo però rendercene conto dalla diversa forma di tasti rispetto il primo modello.

Sul retro della scatola vi sono varie informazioni tra le quali:

- La presenza del DAC PCM 1792;

-la tipologia di interfaccia USB: di tipo asincrono;

-I formati lossless supportati sono indicati come WAV, APE, WMA, ALAC, FLAC, DSF, DFFI fino a 192 KHz/ 24 bit

DSD 64/128 e SACD ISO con decodifica nativa hardware

-La batteria di 3300 mah con durata dichiarata di +10 ore, cosa confermabile; per la ricarica sono invece necessarie circa 4 ore

 

Bundle

All’interno della scatola vi è un elegante cofanetto nero in cartoncino rigido con il logo FIIO inciso sopra.

Rimosso il coperchio troviamo un’ulteriore scatola contente accessori e istruzioni e, protetto da una bustina, il Fiio x5 2nd generation. Inoltre dovrebbe esserci una cover in silicone che nel modello di prova era sostituita da una cover in plastica rigida.

Gli accessori e istruzioni in dotazione sono:

-manualistiche minimali che mostrano i comandi di accensione, skip, reset e update;

-un cavo jack-coassiale da collegare alla line out;

-un cavo micro usb da usare per il collegamento al pc e utilizzabile per la carica del dispositivo; è abbinabile anche ad un caricatore con uscita 5V che non è incluso tra gli accessori.

-skin adesive di vari colori

-screen cover adesiva

 

Descrizione

Prendendo in mano il Fiio x5 si noteranno subito due cose, il suo peso (165 g) e il corpo in titanio.

Pesa di più di uno smartphone, che ormai sono sempre più leggeri, ma in tasca si sente appena.

Il freddo corpo metallico, oltre a dare una sensazione piacevole se tenuto in mano, serve a disperdere il calore sviluppato durante l’utilizzo, lasciando il dispositivo sempre freddo.

Sul lato superiore troviamo l’uscita cuffie e la line out/ coax out, al lato sinistro troviamo il led multicolore (blu,rosso e verde) posto sul tasto accensione/ standby e subito sotto i due tasti del volume con in rilievo il simbolo “+”.

Sul lato inferiore ci sono 2 ingressi micro sd che supportano fino a 128 gb l’una e una porta micro usb.

La facciata del dispositivo presenta 4 tasti posti attorno ad una rotella per lo scorrimento dei menù e al suo centro c’è un tasto per le funzioni di conferma, play e pausa.

Al momento il colore disponibile per il dispositivo è silver.

 

 

Accensione e funzioni

Sullo schermo lcd a colori di dimensioni 2.4”, con risoluzione di 400x360p, una volta acceso possiamo notare una breve animazione d’avvio prima della schermata principale. I brani sulla sd saranno subito pronti all’ascolto senza bisogno di ulteriori caricamenti, risparmiando così noiose attese.

Nella schermata di riproduzione brani, vedremo le informazioni sul formato, la frequenza di campionamento in KHz e la profondità in bit, l’immagne di copertina dell’album, la barra dell’avanzamento del brano ,minuti ascoltati e minuti totali.

Tra le lingue disponibili, non è presente la lingua italiana.

Le impostazioni sono divise in due sezioni, “play settings” che riguarda la riproduzione dei brani e “system settings” riguardante  le impostazioni di sistema vere e proprie. Vi cito alcune delle più importanti:

GAIN= H high -L low. Serve per selezionare il gain.

USB MODE=

  • DAC utilizzabile per far rilevare dal pc il dispositivo come dac
  • STORAGE utilizzabile per far rilevare dal pc come dispositivo di massa;

MULTIFUNCTIONAL OUTPUTS=

  • LINE OUT fa uscire il suono per collegare il dispositivo ad un amplificatore esterno in analogico,
  • COAX permette il collegamento tra il dispositivo e una fonte esterna in digitale;

THEME= ogni click del tasto centrale cambierà il tema tra quelli disponibili;

 

 

Tips:

Sarà capitato sicuramente molte volte che durante l’ascolto c’è bisogno di aumentare rapidamente il volume, tramite questa funzione sarà possibile farlo.

Per regolare il volume, oltre a poter tenere premuto il tasto “+” o “-” per aumentare o diminuire, è possibile utilizzare la rotella al fine di velocizzare l’azione. Basterà premere una volta uno dei due tasti e successivamente roteare per la regolazione.

Una funzione ugualmente utile si ottiene muovendo la rotella durante la riproduzione di un brano,in questo caso senza premere altri tasti, così sarà possibile muoversi tra i brani presenti solo in quell’album.

Abbiamo, inoltre, la possibilità di lasciare attivi i tasti skip, play e pausa anche a schermo spento.... funzioni all’apparenza scontate ma basilari per comodità.

 

Collegamento DAC USB

Fare attenzione per il collegamento al computer con sistema operativo windows 8.1 o 10. Bisognerà disabilitare la verifica della firma del driver (driver signature verification). L’operazione è semplice e ben descritta nella guida in allegato al software, tuttavia vi linkiamo la guida scritta sul nostro forum: http://forum.estatica.it/viewtopic.php?f=25&t=2313

È bene ricordare che, come nel 99% dei prodotti Hi-Fi, il Fiio x5 non è plug&play, infatti andranno installati dei driver accessibili tramite la pagina di supporto di FiiO http://www.fiio.net/en/supports/34

Per collegare il dispositivo al pc selezionate sull’impostazione USB MODE: USB DAC, dopodichè verrà rilevato dal vostro player musicale, vi mostro anche una foto.

Se collegato a smartphone tramite cavo otg e avviando l’app Hiby Music, il dispositivo verrà rilevato. Tuttavia, il Fiio x5 non ha la funzione “carica” disabilitata, presente invece su altri dispositivi, quindi scaricherà inevitabilmente la fonte a cui lo avete collegato rendendone poco duraturo l’utilizzo.

Inoltre, app come Spotify e Deezer non comunicheranno con il dac come accade con altri dispositivi dac amp portatili.

 

Comportamento nei film

Conscio del fatto che questo non è l’utilizzo per cui è stato progettato ho voluto comunque sentire come si comportava e devo dire di esserne rimasto sorpreso. Il parlato è nitido e vicino, i suoni avvolgono lo spettatore ponendolo al centro della scena, i bassi seppur non equalizzati danno un’idea precisa di cosa stia succendendo nell’azione.

Ho guardato Fast and Furious 7 e tra rombi di motori ,scazzottate, sparatorie e dialoghi trovavo che il suono era nei posti giusti tanto da dare una sensazione di immersione. Durante film di questo tipo non c’è mai un vero silenzio,piuttosto c’è sempre un accompagnamento musicale ritmato che crea suspance in modo da sapere quando bisogna trattenere il respiro in vista delle prossime scene clue.

 

Comportamento in musica

Per l’ascolto ho usato prevalentemente canzoni di genere rock.

Il suono è abbastanza pulito e dettagliato, ho percepito delle sfumature che con vari dispositivi di fascia inferiore non sono percepibili e che aiutano a dare un’idea dell’intensità con cui lo strumento è stato suonato, in particolar modo i bassi suonano più musicali. La distanza tra gli strumenti è subito percepibile e consente di soffermarsi su quello che si preferisce senza sovrapposizioni tra di loro.

Le voci risaltano particolarmente ma non in modo eccessivo rispetto alla parte strumentale.

Usando il FiiO X5 con un amplificatore cuffie esterno si ottiene un ulteriore boost prestazionale aggiungendo una scena musicale più ampia ed un posizionamento degli strumenti migliore.

Usare le proprie cuffie direttamente al lettore dà un ascolto soddisfacente, tuttavia ritengo che le cuffie più adatte siano quelle di una facile pilotabilità o auricolari iem in quanto la scena musicale è abbastanza ristretta e su cuffie più prestanti si sente quella necessità di spingerle un po’ di più.

 

Comportamento in gaming

Giocando a Metro 2033 senza un software di virtualizzazione si nota il comportamento del dispositivo nella direzionalità in angolo di 360°, e la posizione dei nemici non è molto chiara se non dei semplici destra o sinistra.

In un suono o un rumore come per esempio un colpo di pistola, dove si dovrebbe percepire un punto di inizio, una durata di intermezzo e un punto di fine, evincono maggiormente i punti di inizio e fine mentre tutto il suono dell’intermezzo è poco presente, praticamente come se il proiettile apparisse da un punto ad un altro, o ancora per esempio muovendo il coltello da destra verso sinistra, non si percepisce tutto il momento in cui si fende l’aria.

Tuttavia con un software di virtualizzazione di terze parti è possibile avere una direzionalità completa

Conclusioni

Il dispositivo è progettato come lettore di musica in portabilità, ma anche usandolo in altri ambiti quali film e gaming non delude affatto. Nei film i suoni avvolgenti ci pongono al centro della scena e in gaming, abbinandolo ad un software di virtualizzazione, si può ottenere una buona direzionalità.

In conclusione ritengo che ad un prezzo poco inferiore a 400 euro, come lettore stand alone ha tutto quello che gli si chiede, una grande memoria infatti supporta 2 Micro sd a capacità di 128 gb l’una, la compattezza e un’autonomia davvero longeva rendono questo dispositivo comodo da trasportare, ha un menù stabile e veloce nonchè una interfaccia intuitiva, la marea di formati supportati e la funzione DAC USB favoriscono l’utilizzo per quelle persone che cercano di fare più cose con lo stesso dispositivo.

Per sfruttarlo a pieno, l’uso più indicato è con cuffie di facile pilotabilità o auricolari iem.

Ritengo che questo dispositivo sia perfetto da usare da solo? No. Nonostante tutti i suoi pregi,  e i miglioramenti dati rispetto ai precedenti lettori Fiio,  non puo essere considerato un prodotto per l’ascolto definitivo, infatti consiglio altamente l’aggiunta di un amplificatore perchè migliora di molto le caratteristiche del lettore, aggiustando la posizionalità degli strumenti, dando spazialità al suono ed espandendo la scena musicale.

Stando alle dimensioni di cui dispone l’x5 la qualità è già alta e non si può richiedere di più da questo lettore, d’altronde nel panorama Fiio ci sono una serie di amplificatori portatili che abbinati a questo dispositivo possono soddisfare anche quelli più esigenti e coloro che dispongono di cuffie che vogliono di più.

Miglior prezzo

Disponibile anche in colore grigio.

Fotografia di Geremia Musto
Fotografia di Geremia Musto
Argomento: Riproduzione audio hi-fi