M2Tech Marley MKII: piccolo ampli cuffie... grande potenza

Pubblicato il 10/12/2019

Argomento: Riproduzione audio hi-fi

Lo so il primo contatto con M2Tech non fu dei migliori: le elettroniche EVO erano un bell'azzardo e nonostante fossero piaciute a molti... qui su Estatica non usammo nè toni, nè termini lusinghieri.

Ciononostante addocchiammo subito la serie Rockstar, ed il buon Marco (Marco Manunta, ingegnere, mente e proprietario di M2Tech) non ci negò la prova. https://www.estatica.it/es/letture/articolo/m2tech-rockstar-young-mkiii-il-dac-a-mezza-dimensione-che-lotta-coi-giganti

 

Ora continuiamo con le prove: ci allontaniamo dal DAC e ci dedichiamo ad un amplificatore per cuffie, che lavora anche da preamplificatore; che proprio come il DAC mi ha convinto, tanto da porlo a livello di amplificatori ben più costosi.

 

IMPIANTO

Sorgente:

digitale: computer autoassemblato.

Analogica: TEAC TN570, Technics SL1500

 

DAC: Teac UD503

 

Amplificatori: TA2022 in dual mono, Connex Electronic CxD250

 

Diffusori: Audio Nirvana Classic 15" Ferrite, Minas Rill.

 

Cuffie: Shure SRH1840

 

DESCRIZIONE

Il Marley MKII riprende esattamente il design proposto con la serie Rockstar: futuristico e dotato di linee pulite. Si adatta, a mio avviso estetico, a qualsiasi sala e saletta.

Le sue dimensioni compatte (https://lnx.m2tech.biz/products/rockstars/marley-mkii/) lo rendono estremamente leggero e compatto... purtroppo manca di uscite bilanciate verso un amplificatore; infatti pur essendo internamente completamente bilanciato, in 20cm non è stato possibile inserire anche due uscite XLR.

Si hanno così gli ingressi bilanciati, due ingressi sbilanciati e due uscite sbilanciate. Di queste una è ad uscita fissa, l'altra è ad uscita variabile e quindi adatta ad amplificatori finali.

Lato cuffie invece non c'è nulla da temere: il Marley MKII è dotato di uscita sbilanciata e di uscita bilanciata. La prima eroga fino a 10V, la seconda fino a 20V... ma come vedrete dalle misure il lato interessante è la corrente disponibile.

Internamente è un gioiellino! Ordinato e perfettamente bilanciato. Si noti che il controllo del volume è sempre svolto nel dominio analogico, ma tramite chip, il che risolve di un sol colpo qualsiasi problema legato ai potenziometri.

Lascio alle foto il resto delle parole, ma davanti a tanta precisione e qualità c'è poco da aggiungere.

 

Tuttavia oltre a ciò ci sono anche delle caratteristiche meno visibili, anche se non meno importanti.

Tra queste possiamo annoverare l'equalizzatore a tre bande, lo spegnimento automatico del display, il bilanciamento tra i due canali, la possibilità di impostare gli step di volume a 0.5db piuttosto che 1db, la possibilità di visualizzare il volume in db o in passi, la possibilità di impostare un dato volume di accensione, lo spegnimento automatico dell'apparecchio, le impostazioni del led di standbay, l'impostazione di varie modalità di accensione, l'attivazione del bluetooth, la possibilità di avviare l'aggiornamento del firmware ed il fade controll.

Tuttavia le due tra tutte mi sembrano le più interessanti da analizzare: il crossfeed e la possibilità di impostare tre impedenze di uscita.

 

Il crossfeed è una funzione che permette di prendere parte di un canale ed inviarla, opportunamente calibrata, nell'altro canale. In questo modo registrazioni con un'eccessiva separazione tra destra e sinistra riescono a suonare molto meglio: con un headroom meno psichedelica... la si chiama effetto ping pong, ma vi assicuro che con lo sport del tennis tavolo non ha nulla a che fare, dato che questo sport è composto da precisione, grazia ed improvvisazione.

 

Le tre impedenze di uscita invece sono una chicca che a mio avviso rende il Marley MKII decisamente più divertente di molti suoi colleghi.

Tecnicamente possiamo scegliere l'impedenza di uscita che più si adatta alle cuffie che usiamo... tuttavia a mio avviso scegliere tra 0, 10 o 47 Ohm non è solo ascrivibile alla tecnica. Di fatti se avessi preferito tonalità più scure avrei potuto benissimo scegliere impedenze maggiori.

 

ASCOLTO

Bhè quando ho iniziato ad ascoltare non avevo controllato l'impedenza di uscita... troppo scuro, troppi bassi per i miei gusti, c'è chi si esalterebbe, ma non sono di questa tipologia. Da 10Ohm sono passato a 0Ohm... ok è uno 0 teorico, ma chissenefrega, lo sappiamo tutti che lo 0 non esiste... è il Marley MKII ha iniziato a suonare proprio come piace a me: chiaro, preciso, luminoso e limpido.

In pochi attimi mi sono detto: ok posso ascoltarlo senza fatiche mie, se non quella di controllare il fatto che soggettivamente sia un prodotto a me gradevole.

Il Marley è un ampli cuffie estremamente preciso e dettagliato, veloce nei transienti, ma al contempo dotato di bassi di qualità... anzi a dir la verità è dotato di tre bassi: in primis ci sono quelli "come piacciono a me" mai coprenti, senza code, secchi e particolarmente live, in secundis ci sono bassi "come non piacciono a me" estremamente evidenti, scuri e con qualche coda.

Insomma è un ampli cuffie che potenzialmente può piacere anche a chi non ha i miei stessi gusti... e scusate ma questo non è nuente male.

 

Il Crossfeed funziona? Eccome! E va alla grande! Per attivarlo bastano pochi clik del controllo remoto, ma la poca fatica è ripagata con grande gioia: perchè le registrazioni affette da eccesso di separazione diventano immediatamente più godibili. Ero abbastanza scettico su ciò... fatto male il crossfeed sputtana tutto. Se ci aggiungiamo un po' di talebanismo alla "le registrazioni sono così e così si ascoltano" la miscela perfetta è pronta. Sonicamente devo dire che se usato cum grano salis è una delle funzioni più interessanti del Marley MKII... anche perchè, cari miei, diffusori e cuffie sono due mondi diversi e come tali vanno trattati.

 

TEST

Partiamo dal dato power, di detto e di fatto. OK dal Marley MKII escono un poco più di 10V su sbilanciato e di 20V su bilanciato... ma il lato interessante è anche quell'Ampere abbondante di uscita... 15W su sbilanciato vi bastano?

 

Bene passiamo alla risposta in frequenza. In verde l'uscita a 47Ohm. In blu quella a 10 e in viola quella a 0.

Puristy della linearità? Onestamente manco sapete come vengono registrati gli album che ascoltate... perciò già vi dico che quel -0.1db nell'ultima ottava è del tutto ininfluente, ma del tutto utile per conferire al Marley un'impronta sonica decisamente M2Tech. In gamma bassa fin dove si registra la musica si ha -0.1db... ed anche questo serve ad un suono M2Tech. Rimane il sotto... bhè cari miei, lo so che c'è chi vi dice che analizza le musiche con lo spettrogramma... ma sotto c'è ben poco. In primis c'è poco perchè sotto... si taglia con un filtro ad alta pendenza, in secundis i microfoni non sono dei campioni della gamma bassa e fanno anche più lavoro loro dei filti applicati.

Il resto sono solo misure da lasciare a bocca aperta.

 

CONCLUSIONI

Manca solo una cosa da dire: il costo. Bene il Marley a listino viene 2134€. Sebbene siano una discreta sommetta... dalla sua ha un'estrema longevità ed il fatto che sonicamente polverizza vari ampli cuffie over 10k.

 

PS

Non l'abbiamo provato col Van Der Graaf MKII, ma credo che un alimentatore migliore lo possa aiutare ulteriormente... ok così costa di più, ma essendo un prodotto separato le spese si possono benissimo dilazionare.

Guarda su Amazon