Logo di Estatica

Linux Fedora 11 e il PAN Bluetooth

Pubblicato il 16/10/2009


Istruzioni pratiche per collegare Linux Fedora 11 a Internet utilizzando un dispositivo windows mobile connesso alla rete GPRS/EDGE/UMTS/HSDPA , attraverso un collegamento via Bluetooth al servizio PAN Bluetooth.

Premessa:

Nonostante esistano sul mercato soluzioni per la connettivita' pronte e studiate ad-hoc, come le chiavette umts,
per chi come me ha scelto di acquistare 1 sola sim e 1 solo prodotto - nel mio caso, un Samsung i780 - che contemporaneamente e' cellulare, palmare (s.o. windows mobile), navigatore satellitare, e "modem" per la connessione a internet attraverso la rete UMTS o wi-fi, si trova nella condizione di dover configurare il pc
per la navigazione attraverso questo apparecchio usando linux (su windows le operazioni sono automatiche e rapidissime:
basta un doppio click su PAN Bluetooth), le possibilita' sono 2: o usare il cavo dati attraverso ActiveSync (se qualcuno ha info a riguardo, mi contatti pure), o collegare il cellulare tramite il Bluetooth.
In realta' esisterebbe una terza opzione, cioe' utilizzare il wi-fi del dispositivo trasformandolo in un access point, ma  per realizzare questo e' necessario un apposito software che non
e' gratuito.
La soluzione che vado a descrivere e' dunque essenzialmente buona dal lato economico, ma sicuramente non molto pratica, tortuosa e  con qualche ovvio limite.

Prerequisito software: nel seguito si suppone che sia installata la distribuzione di Linux Fedora 11 con l'insieme dei package di default (che e' comprensivo dello stack Bluetooth).

Il sistema Bluetooth e' in se' abbastanza complicato, e, a differenza del wi-fi, non presenta direttamente un'interfaccia di rete, ma questa e' creata sfruttando i servizi che il dispositivo mobile mette a disposizione.

Questi in sostanza sono i passi da seguire:

A seconda dei casi, abilitare il bluetooth tramite l'apposito tasto  presente sul pc (solo se si tratta di notebook),
oppure inserire una chiavetta bluetooth; le operazioni non cambiano.

Dopo aver abilitato il bt interno o inserito la pennetta, dovrebbe apparire nel pannello di gnome (di default nella parte alta dello schermo) 1'icona blu col logo Bluetooth.

Per poter utilizzare i servizi offerti dal dispositivo mobile, dobbiamo collegarlo, effettuando quella che viene chiamata operazione di pairing (accoppiamento), che consente di avere i dispositivi "trustati" a vicenda, in modo da poter scambiare dati in sicurezza.
In realta' il pairing non sarebbe indispensabile, ma in questo modo ogni successiva operazione diventa molto piu' semplice, in quanto non entrano in gioco i meccanismi di autenticazione, che altrimenti ogni volta scatterebbero, con la conseguenza di inserimento del pin da entrambi i lati.

Tasto destro su questa icona, e selezioniamo 'Setup new device': partira' un wizard.
La videata successiva sara' una finestra di ricerca dispositivo, il quale, per poter essere individuato, dovra' essere visibile  tramite Bluetooth (vedasi il manuale di istruzioni del dispositivo).
Nella parte bassa abbiamo un pulsante che apre una finestra per le
opzioni della passkey.
Queste sono: selezione automatica (default), 0000, 1111, 1234, custom.
Nel caso scegliamo la prima, il pc generera' un pin di 6 cifre casuali, che dovranno essere immesse esattamente nel dispositivo mobile (a breve apparira' su quest'ultimo una richiesta di pin).
Qui ho riscontrato un piccolo baco: se si imposta una qualunque delle altre opzioni, ad es la 0000, e' chiaro che il numero da digitare nel dispositivo sara' 0000; nonostante cio', sullo schermo apparira' la richiesta di inserire 6 cifre casuali, come se fosse stata selezionata la prima opzione!
Procedere quindi col wizard fino al suo completamento.
Alla fine abbiamo il dispositivo collegato e trustato.

Connettiamo il dispositivo mobile a internet, ed abilitiamo la condivisione attraverso PAN Bluetooth (anche qua, vedasi le apposite istruzioni).
Possiamo quindi collegarci al servizio NAP.

Il demone pand che dovremo eseguire accetta l'argomento del connect nella forma di MAC Address, per cui dovremo scoprire l'indirizzo MAC del dispositivo:
# hcitool scan

Dopo qualche istante comparira' qualcosa del tipo:

Scanning ...
00:1F:CC:38:C2:0D Marco71
il primo e' l'indirizzo che ci serve, il secondo e' il nick che abbiamo
associato all'interfaccia Bluetooth.

Colleghiamo quindi il PAN:
# pand -c 00:1F:CC:38:C2:0D

A questo punto, eseguendo un 'ifconfig -a' si dovrebbe poter finalmente vedere l'interfaccia di rete, che si chiama bnep0.

Ci siamo quasi: basta ora eseguire 'dhclient bnep0' per avere indirizzo ip,
netmask, gateway, dns.

Pero' conviene memorizzare questa nuova interfaccia nell'elenco di sistema:
dal menu System, Administration e poi aprire Network Configuration.
Cliccare su New.
Scegliere il tipo di dispositivo tra il gruppo Ethernet connection  (ebbene si', non sotto xDSL, ne' Modem, e neppure Wireless!)
Nella finestra successiva comparira', tra le altre, bnep0; selezioanrla.
Lasciamo i parametri di default, ovvero assegnazione automatica via DHCP.
Usciamo salvando le modifiche.
Una finestra di dialogo informera' che per applicare occorre eseguire un restart del servizio network; in questo caso pero' non occorre farlo.

Successivamente, per attivare la connessione sara' sufficiente, dopo aver connesso il dispositivo a internet, eseguire solo il pand nel modo descritto sopra (operazione che possiamo mettere in uno script o addirittura alias, dal momento che il MAC address non varia): la configurazione dell'interfaccia bnep0 avverra' automaticamente.

Per qualsiasi segnalazione in merito a quanto scritto, sono reperibile all'indirizzo cardinal71@libero.it

Argomento: Informatica