Logo di Estatica

Impressioni d’uso sul lettore blu ray Panasonic BDT 381

Pubblicato il 24/11/2016 - Ultimo aggiornamento: 13/12/2016

Traduzioni:


Introduzione

Questa non è una vera e propria recensione ma più una impressione d’utilizzo a causa del limitato tempo per il quale ho avuto a disposizione questo lettore blu ray.

Ultimamente, vista la prematura dipartita del mio lettore blu ray Samsung di fascia media acquistato nel 2009 e che ancora rimpiango, mi sono trovato a dover scegliere un adeguato sostituto che avesse alcune caratteristiche per me importanti:

  • presenza del display (ormai una rarità per i prodotti di fascia bassa e media);
  • compatibilità con il maggior numero di formati e codecs video/audio;
  • presenza dell’uscita audio analogica oltre a quella digitale;
  • compatibilità blu ray 3D e FLAC;
  • buona qualità video e audio;
  • funzionalità upscale 4K (benché totalmente inutile ;-)
  • connettività Wi-Fi e DLNA;
  • funzionalità Smart TV/Internet;
  • estetica gradevole e livello di costruzione adeguato per il prezzo;
  • “street price” entro la soglia dei 200 Euro.

Dopo tutta una serie di ricerche e letture su Internet, alla fine mi sono orientato per i lettori dei marchi Panasonic, Pioneer, Samsung e Sony, un po’ per una naturale empatia verso questi produttori e un po’ perché sono quelli che allo stato attuale, hanno la linea di lettori blu ray più al passo coi tempi.

I modelli che avevo inizialmente identificato erano:

  • Panasonic BDT 381 (linea prodotti 2016);
  • Pioneer BDP 180 (linea prodotti 2015);
  • Samsung BD J7500 (linea prodotti 2015);
  • Sony BDP S6700 (linea prodotti 2016).

Il Sony, alla fine ho deciso di non prenderlo in considerazione perché (gusto del tutto personale), lo trovavo esteticamente meno attraente come anche il suo telecomando spiccatamente “old style”.

Inoltre non avendo uscite audio analogiche avevo il timore che il flusso DSD fosse disponibile solo tramite HDMI e non tramite l’uscita digitale coassiale o almeno, io non avevo trovato informazioni certe che confutassero questo mio dubbio.

Resta comunque il fatto che questo lettore sia sulla carta un ottimo prodotto, come dimostrano anche i commenti lusinghieri espressi nelle varie recensioni disponibili su Internet.

Detto tutto questo iniziamo con le mie brevi impressioni sul primo di questo elenco, il Panasonic BDT 381.

Questo è un lettore che pur ponendosi nella fascia bassa della linea Panasonic blu ray 2016 (il suo “street price” su Internet è di circa 120 Euro), ha comunque caratteristiche tecniche di tutto rispetto sia per quanto riguarda la qualità video, sia per quanto riguarda la qualità audio e le funzioni Smart TV/Internet.

Per altre informazioni rimando al sito del produttore.

 

Aspetto e connessioni

L’aspetto è curato e a mio avviso ben rifinito, il case è di plastica, nera lucida nello sportellino frontale e lateralmente, grigia scura satinata nella parte superiore dove sono disponibili i tasti di accensione/spegnimento, di avvio riproduzione, di stop riproduzione e di apertura/chiusura cassetto disco.

Anteriormente, dietro lo sportellino frontale oltre al vano cassetto disco troviamo due prese USB, posteriormente troviamo invece l’uscita HDMI, la porta RJ45 per la rete e l’uscita digitale ottica.

 

Qualità di riproduzione e funzionalità

L’installazione del lettore è stata rapida e non particolarmente complessa e si è conclusa con l’inserimento dei parametri per la connessione Wi-Fi.

Una volta connesso ad Internet è stato possibile aggiornare il firmware e l’elenco delle app disponibili, aggiungendo nel mio caso Chili che inizialmente non vedevo fra quelle preinstallate di default.

E’ presente sul telecomando il tasto diretto per l’accesso a Netflix e questo può risultare particolarmente gradito a tutti coloro che vi sono abbonati; nel mio caso specifico, l’utilizzo di Chili è stato sufficientemente semplice ed intuitivo e mi ha dato modo di valutare subito la qualità del lettore nello streaming Full HD, visualizzando uno dei miei ultimi acquisti: ottima la qualità di riproduzione, indistinguibile dal Chromecast Full HD, sembra di vedere un blu ray.

La visione dei blu ray ha immediatamente confermato le ottime impressioni avute con lo streaming; il lettore con le impostazioni di default (così come il TV Samsung Full HD a cui era collegato), ha esibito da subito una riproduzione molto convincente con ottima luminosità, definizione, contrasto e brillantezza dei colori, proprio un bel guardare, visibilmente migliore del vecchio lettore LG “entry level” che era fino a pochi minuti prima collegato al TV.

In entrambe le modalità di riproduzione il lettore ha evidenziato un audio pregevole: esteso, definito e anche naturale.

Ho poi provato le funzionalità Miracast e DLNA, la prima ha funzionato immediatamente senza alcun settaggio particolare utilizzando un tablet Samsung Tab S 8.4.

Riproducendo con la funzionalità Miracast un file video memorizzato nella micro sd interna al tablet, la qualità sul TV è buona ma non uguale a quella che si raggiunge facendo riprodurre lo stesso file da un supporto USB collegato al lettore; probabilmente toccando i parametri di luminosità, contrasto e saturazione colori del lettore o del TV, la qualità migliora un po’ ma rimane a mio avviso sempre leggermente inferiore.

La modalità DLNA ha subito riconosciuto il NAS media server presente nella mia abitazione, ma ho notato che la compatibilità dei formati dichiarati dal produttore è intesa probabilmente per il materiale audio/video contenuto nei dischi e nei supporti USB, dato che molti dei files video (MKV, ecc.) e audio (FLAC, ecc.) presenti nel NAS non sono stati riprodotti o non sono stati proprio elencati, cosa che invece non è accaduta riproducendo gli stessi file da supporto USB.

A parziale discolpa del lettore Panasonic, questa cosa potrebbe essere dovuta anche alle capacità multimediali del mio NAS DLNA Western Digital, ma gli altri lettori blu ray provati hanno comunque riprodotto (sempre in modalità DLNA), gli stessi i files senza problemi (FLAC, MKV, ecc.).

Avevo già letto nelle caratteristiche di prodotto che il lettore non supportava i files codificati in DivX e DivX HD e non mi sono quindi meravigliato quando ho verificato io stesso che tali formati non venivano riprodotti né da disco, né da supporto USB, né via DLNA.

Infine ho provato la riproduzione da supporto USB dei files video in Full HD “.mov” generati dalla mia fotocamera reflex Nikon D3300; il video è stato riprodotto perfettamente ma privato dell’audio, infatti all’apertura di ogni file “.mov” compariva il messaggio: “Codec audio non supportato”.

 

Considerazioni finali

A mio avviso il lettore blu ray Panasonic ha una elevata qualità di riproduzione video e audio con i dischi blu ray e anche l’upscaling dei dischi DVD appare ben fatto, la resa video ad esempio con il DVD “Il Pianeta del Tesoro” è stata eccellente; non mi posso pronunciare né per l’upscaling 4K né per i blu ray 3D dato che il mio TV è solo Full HD.

Avevo letto dalle recensioni che non leggeva file video codificati in DivX e DivX HD, ma non mi aspettavo che non leggesse correttamente i file con estensione “.mov” generati da una Nikon D3300.

Pro: Qualità nella riproduzione video molto buona, qualità nella riproduzione audio molto buona, presenza del display (una vera rarità in questa fascia di prezzo), estetica e finitura pregevoli, riproduzione dei files FLAC, WAV, ALAC, DSD da disco e da USB, presenza di due porte USB, profondità ridotta che agevola in ogni tipo di installazione anche su mensola, supporto nativo per Miracast, DLNA, Netflix, Chili, ecc.

Contro: Non ha l’uscita audio analogica, non legge i files video codificati in DivX, DivX HD e soprattutto quelli con estensione “.mov” generati dalla fotocamera reflex Nikon D3300; la riproduzione di tutti i formati compatibili è riferita all'uso dei dischi e dei supporti USB e non è detto che questi formati vengano tutti riprodotti anche in modalità DLNA.

Non c’è la possibilità di settare l’uscita ottica digitale a 192KHz, solo 96KHz con possibilità di downsampling a 48KHz.

Menù un po’ “povero” graficamente, con colori e sfondi troppo chiari; per una maggiore leggibilità forse sarebbe stato meglio utilizzare caratteri di testo chiari su sfondi scuri.

Consigliato: Tenuto conto dei limiti di compatibilità con alcuni formati, questo lettore si può consigliare tranquillamente a chi, strizzando l’occhio al design, cerca una buona qualità di riproduzione video e audio con anche la possibilità di riprodurre all’occorrenza (da disco o da USB), i files audio lossess senza spendere una cifra elevata.

 

Panasonic DMP-BDT381 (vista frontale)
Panasonic DMP-BDT381 (schermata impostazioni)
Fotografia di Ivano Russo
Panasonic DMP-BDT381 (dettaglio)
Fotografia di Ivano Russo
Argomento: Riproduzione audio hi-fi