AF-P DX NIKKOR 10-20mm f/4.5-5.6G VR: compatto, leggero, superwide, bestbuy!

Pubblicato il 03/01/2020

Argomento: Fotografia

Oramai qualche articolo sulla fotografia l'ho scritto; a differenza dell'hi-fi il mio approccio è puramente dettato dalla passione... perciò di norma non mi vedrete dire che qualcosa fa schifo soltanto guiardando due o tre dati in datascheet scarni e disadorni.

Qualcuno mi aveva detto che come obiettivo faceva schifo, che per un supergrandangolare bisognava spendere di più, che un supergrandangolare distorce molto.

Certamente il fratellone da 999€ è interessantissimo, ma se non ci si vuole, o può, permettere dio spendere un millino in un obiettivo... perchè scartare un obiettivo? Solo perchè qualcuno dotato di una macchina più moderna o più costosa ci ha detto che è così?

 

Bene andiamo a capire come è e come lavora questo piccolo obviettivo.

 

DESCRIZIONE

Andiamo alle caratteristiche tecniche, poi guarderemo il marketing...

 

Allora in primis questo obiettivo è per formati ridotti, alias è per le reflex, e da breve anche mirrorless (con adattatore), formato APS-C, che è un sensore che mantiene i rapporti FF, ma con misure minore.

La distanza focale essendo uno Zoom va da 10 a 20mm con un angolo di campo che va dai 109° su 10mm a 70° su 20mm. In pratica ci troviamo davanti a quegli obiettivi che oggi vengono detti supergrandangolari, anche se in effetti siamo davanti ad un grandangolare puro.

Il diaframma è circolare con struttura a 7 lamelle e permette una chiusura minima compresa tra i f/22 ed f/29, l'apertura massima non è stupefacente, dato che si assesta a f/4,5 ed f5,6... tuttavia, come dicevo, non mi piace definirlo "obiettivo buio" solo perchè non apre a f/2,8.

La minima distanza di messa a fuoco è pari a 22cm.

Lo schema ottico vede la presenza di 14 lenti in 11 gruppi, con la presenza di tre lenti asferiche, il fratellone presenta anche due lenti in vetro ED... ma ricordo che il fratellone costa 999€, mentre questo con meno di 300€ ve lo portate a casa...

Insomma qualche cosa in meno ci voleva, non trovate?

Guardando ad altri dati notiamo lo stablizzatore VR a 3,5 stop alla massima estensione dello zoom; attacco per filtri da 72mm; ed un peso di appena 230g (la metà del fratellone e di altri obiettivi simili).

 

Altri elementi non da datascheet sono:

il fatto che è un obiettivo costruito con ottime plastiche, non tropicalizzato (ma solo un pistols direbbe ciò come difetto a questo prezzo).

Il fatto che è dotato ovviamente di autofocus e di fuoco manuale e che nel bundle è già compreso un paraluce a fiore.

 

APPUNTI DI USO

Partiamo dal primo appunto negativo: la ghiera di messa a fuoco manuale è un po' scomoda come posizione... poi per l'amor di dio.. ci si abitua, ma se non si fanno molti panorami ci vorrà del tempo per trovare a colpo siguro la ghiera.

Il secondo appunto è che in un luogo chiuso con poca luce dovrete o alzare gli ISO, se proprio siete del partito a mano libera a tutti i costi, oppure dovrete armarvi si un poco di pazienza ed usare il cavalletto, così da prolungare i tempi di esposizione.

Detto ciò abbiamo concluso con gli appunti negativi e possiamo dedicarci ai positivi.

In primis è un obiettivo che pesa poco, comodo da portare anche in vetta ad una montagna e comodo da tenere al collo senza faticare nemmeno un attimo.

In secundis se volete sperimentarvi nei panorami ha una capacità espressiva particolarmente interessante grazie ad un'apertura di campo maggiore dei normali obiettivi grandangolari, che di solito si fermano a 18mm e non rendono possibile lo sperimentare aperture di campo maggiori di 76°.

Inoltre se imparate a sfruttare i tempi e gli ISO sarà possibile anche creare fotografie luminose senza impostare la massima apertura, anzi per fare fotografie luminose nel 90% dei casi si fa proprio così: diaframma chiuso oltre f/10 e via di tempi, anche calcolati a mente dal fotografo.

 

APPUNTI PRATICI

Come aggirare allora la scarsa apertura dell'obiettivo in ambienti chiusi scarsamente illuminati?

Bisogna iniziare a giocare con ISO e tempi, ed allenarsi ad una posizione stabile che possa durare anche per un paio di centesimi di secondi, sempre che vogliate scattare a mano libera, altimenti con un cavalletto giocherete solo di tempi ed ISO.

Scattare a 110° non è immediato... il rischio di avere fotografie che distorcono le linee in modo da voi non previsto è dietro l'angolo. State in bolla! Cercate di tenere dritto l'orizzonte e le fotografie saranno non completamente indistorte, ma anche dotate di un'estrema profondità di campo.

Flare e vignettature con distorsione dei colori ai bordi sono facilmente evitabili, come facilmente creabili. È un bell'obiettivo, va al pratico ed è totalemnte nelle mani del fotografo. Si possono infatti scattare foto indistorte, senza flare e senza vignettature; come foto totalmente distorte (magari anche con l'aiuto di qualche filtro), piene di flare e con vignettature si lievi, sia estremizzate.

Il fatto è che se non sapete usare diaframma e tempi questo obiettivo non lo saprete usare, insomma dovrete per forza imparare a fotografare e non potrete nascondervi troppo dietro a scuse che riversano le colpe sull'attrezzatura.

 

CONSIGLI SEMPRE UTILI

L'AF-P DX NIKKOR 10-20mm f/4.5-5.6G VR non è l'obiettivo che va sempre bene per tutto.

Va bene per ampi panorami; per alcune rare macro, ma se e solo se avete le lenti idonee; per alcuni ritratti, ma solo quando il sogetto prende senso in un panorama a 70°.

Insomma è quell'obiettivo che va bene avere nel proprio zaino sempre e comunque, ma non quell'obiettivo da avere sempre attaccato al body... a meno che vogliate fare un'uscita apposita dedicata ai panorami.

Infatti in un'uscita non è detto che sarà l'obiettivo che userete di più. Lo tirerete fuori quando ci sarà poco spazio tra voi ed il soggetto, quando volete scattare un panorama ampio e sconfinato, oppure per fare alcune foto particolari.

 

CONCLUSIONI

Bhè onestamente credo che ad un prezzo di listino di 318,90€ non si possa pignolare troppo sulla presenza o meno delle lenti in vetro ED o meno.

A mio avviso è un obiettivo che porta una certa fotografia al livello delle tasche di molti appassionati e non posso far altro che lodarlo.

In effetti ha tutte le buone qualità di un buon obiettivo:

scarsa distorsione colorimetra

alta malleabiltà in base alla foto che si ha in testa.

 

 

PS dimenticavo l'autofocus... è veloce e preciso... ma fatevi un favore: andate di manuale!












ovviamente lente macro +10 ;)